Linea 77 – Recensione: Too Much Happiness (ristampa)

Il primo colpo a segno (Dub War a parte) della Earache in ambito non estremo porta i colori italiani, e parla l’accento della motorcity nostrana: Linea77 from Turin. I crossoveristi più attenti avranno familiarizzato da parecchio con questo CD, qui ripresentato con nuovo artwork e una rimasterizzazione che ha "arrotondato" il suono aggiungendo un po’ di dinamismo che -nella prima versione- a tratti latitava. Non siamo ovviamente ai livelli sonori delle produzioni maggiori, e al momento i Linea77 rimangono principalmente una live band fra le migliori al mondo (non ho detto Italia, né Europa) che non ha avuto la possibilità di valorizzare al massimo i propri pezzi in sede di registrazione. ‘Too Much Happiness’ rimane comunque un’uscita valida, anche e soprattutto come riscaldamento per il primo disco prodotto interamente sotto mamma Earache, previsto attualmente per il prossimo Autunno. Non siete obbligati a comprarlo, ma non permettetevi di perderli dal vivo.

Voto recensore
7
Etichetta: Earache / White'n'Black

Anno: 2000

Tracklist: Touch / By My Fay / Headtide / Meat / Nosedive / 90° / Big Hole Man / Tutto Quello Che HO Sempre Voluto / Swellfish

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login