Cattle Decapitation – Recensione: To Serve Man

Mossa lungimirante della Metal Blade che si va ad accaparrare uno dei migliori gruppi grind/brutal/crust in attività firmando i Cattle Decapitation. ‘To Serve Man’ segna un distacco abbastanza netto rispetto al primo repertorio del gruppo, sospeso fra l’ossessione Carcassiana e il crust/hardcore più puro: il nuovo materiale, anche grazie ad un ovvio aumento della qualità di registrazione e produzione, è decisamente più avvicinabile al death/grind canonico. Rimane evidente una matrice più slabbrata e grumosa accompagnata da un’etica vegan militante, retaggio dei tempi passati, ma brani come la devastante ‘Colonic Villus Biopsy Performed On The Gastro-Intestinally Incapable’ non lasciano dubbi sull’attuale stato della band. I punti di forza dell’intero lavoro vanno cercati nel growl “umano” di Travis Ryan e soprattutto nella grande capacità del gruppo di utilizzare con scioltezza e acume l’intero scibile brutale, di andare a compattare spasmodicamente i tempi e le loro variazioni sfrondando tutti i passaggi ridondanti e cercando di mantenre, in più, un senso dell’umorismo feroce quanto la musica in sottofondo. Rimane un po’ di amarezza per una svolta stilistica che non permette di portare all’attenzione della scena metal mondiale un genere sommerso e reietto –ma anche devastante e “vero”- come il crust, ma ‘To Serve Man’, malgrado questo, propone trentaquattro minuti di grindcore di prima fattura.

Voto recensore
7
Etichetta: Metal Blade / Audioglobe

Anno: 2002

Tracklist:

Tracklist: Testicular Manslaughter / I Eat Your Skin / Writhe In Putressence / Land Of The Severed Meatus / The Regurgitation Of Corpses / Everyone Deserves To Die / To Serve Man / Colonic Villus Biopsy Performed On The Gastro-Intestinally Incapable / Pedeadstrians / Long-Pig Chef And The Hairless Goat / Hypogastric Combustion By C-4 Plastique / Deadmeal / Chunk Bower


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login