Alberto Rigoni – Recensione: Three Wise Monkeys

Per il suo terzo album da solista, che esce a poco più di un anno di distanza da “Rebirth”, Alberto Rigoni ha deciso di fare le cose in grande, differenziandosi almeno in parte, per quanto riguarda lo stile, dai due lavori precedenti. Viene infatti dato molto più spazio alla voce, con un’equilibrata alternanza fra brani cantati e strumentali, e i pezzi, già ricchi di spunti interessanti, sono impreziositi da una serie di ospiti speciali. I due nomi più di spicco sono sicuramente quello di Goran Edman e di Kevin Moore. Il primo arricchisce con la sua inconfondibile voce il rock sostenuto del pezzo che dà il titolo all’album, mentre l’ex tastierista dei Dream Theater contribuisce all’atmosfera riposante della strumentale “Mizaru”. Con questo non bisogna però dimenticare le numerose partecipazioni di artisti italiani, come quelle, fra le altre, del chitarrista Tommy Ermolli, che condivide con Rigoni l’esperienza nei Twinspirits, di Simone Mularoni dei DGM e del tastierista Mistheria.

Un altro aspetto che fa di “Three Wise Monkeys” un prodotto molto appetibile non solo per i fan malati del basso è la varietà degli stili che lo compongono. Le tenere sonorità di “Toshogu Shrine” evocano il rumore delle campane mosse dal vento e farebbero pensare a un lavoro impostato sulla calma e la meditazione. In realtà si passa da brani di questo genere, soprattutto quelli strumentali, fra cui spicca soprattutto l’ottima “Between Space And Time” ad altri molto più heavy, in particolare “Free Falling”. C’è quindi modo di verificare ancora una volta la grande creatività di questo bassista, in un disco dove il basso non è comunque l’elemento centrale e che, a sorpresa, lascia i brani migliori nel finale. Alberto Rigoni è riuscito a realizzare quattro album solisti (il quarto è quello uscito con il nome di Lady & The Bass) ognuno totalmente diverso dall’altro, ed è probabilmente questo che rende ogni sua uscita così vivida ed interessante.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Any And All Records

Anno: 2012

Tracklist:

01. Toshogu Shrine

02. Mizaru

03. Three Wise Monkeys

04. Kikazaru

05. Blackened Tornado

06. Iwazaru

07. Free Falling

08. Between space and time

09. Coming Home

10. Believe

 


Sito Web: www.albertorigoni.net

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login