Tygers Of Pan Tang – Recensione: The Wreck-Age

I Tygers Of Pan Tang hanno attraversato il firmamento della New Wave Of British Heavy Metal per un periodo relativamente breve, culminato con la pubblicazione di ‘Spellbound’ nel 1981. Dopo quello splendido secondo album, graziato dall’allora emergente talento di John Sykes alla chitarra solista, la carriera della band è stata avara di soddisfazioni, con un inevitabile split della formazione originaria. Ciononostante, con vari cambi di line-up, le Tigri hanno continuato a dare segni di vita per diversi anni, e ‘The Wreck-Age’ è fra i momenti migliori, tra quelli meno conosciuti della band . Anche se i fan non hanno mai accettato del tutto la svolta ‘americana’ (peraltro già annunciata dal precedente ‘The Cage’) rappresentata dalle dieci tracce del platter, i tre lustri trascorsi permettono ora di darne un giudizio più sereno. L’urgenza metallica degli esordi è quasi del tutto assente (fatta eccezione per l’assalto cromato della title-track), sostituita da un approccio commerciale a base di heavy-rock e cori A.O.R. (con esiti non distanti dagli Icon di ‘Night Of The Crime’) che sa comunque regalare momenti ispirati e trascinanti. L’estensione extraordinaire del singer John Deverill è poi l’elemento che valorizza appieno i memorizzabili refrain di ‘Waiting’ (traccia che miscela, fatte le debite proporzioni, Diamond Head e King Kobra), ‘Protection’ ed in pratica tutte le altre tracce dell’album. Probabile che la paradossale causa dell’insuccesso di ‘The Wreck-Age’ sia stata proprio il passare dall’headbanging britannico alle teorie rock d’oltreoceano nel volgere di poco tempo:.una piroetta che negli ultimi due decenni è riuscita, anche in virtù di un’ispirazione superiore, solo ai Def Leppard. Per chiunque sia alla ricerca di un buon album ‘minore’ di FM-rock anni ’80, una ristampa da prendere in considerazione.

Voto recensore
6
Etichetta: Edgy Records / Frontiers

Anno: 2000

Tracklist: Waiting / Protection / Innocent Eyes / Desert Of No Love / The Wreck-Age / Women In Cages / Victim / Ready To Run / All Change Faces / Forgive And Forget

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login