The Wild Lies – Recensione: The Animal (EP)

Lanciati come una delle più promettenti nuove realtà del rock duro, i The Wild Lies suscitano interesse anche per un altro motivo: vedono infatti tra le proprie fila il bassista Dylan Smith, figlio d’arte del celebre Adrian (parliamo ovviamente del chitarrista degli Iron Maiden). I nostri hanno comunque ben poco a che vedere con la proposta della Vergine di Ferro: sono infatti autori di un hard rock moderno e con ambizioni radiofoniche, non certo di un classico heavy metal. Dopo l’EP di debutto “Jack’s Out Of The Box” datato 2013 e il singolo “Asteroid Central” dello scorso anno, eccoci dunque al cospetto di questo nuovo EP dal titolo “The Animal”.

Il quintetto inglese non si sente ancora pronto al grande passo del full-length, perciò si ripresenta con un ulteriore mini-album di riscaldamento: il presente extended play si compone appunto di tre pezzi per poco più di dieci minuti di musica e sarà disponibile solo in formato digitale. La title track, messa subito in apertura, non spinge tanto sull’acceleratore, ma punta piuttosto su di un riff tagliente e su un chorus e un impatto da arena rock. “Shapeshifter” mantiene la formula della canzone che l’ha preceduta, “Can’t Carry On” pesta invece un po’ più duro in apertura, ma poi si rivela il pezzo più melodico e arioso del lotto.

In queste poche tracce i The Wild Lies lasciano intravedere un certo talento e una discreta personalità, caratteristiche che fanno ben sperare per il futuro. Vedremo se alla prima prova in studio di lunga durata manterranno le promesse e ci offriranno un buon disco di rock fresco e moderno.

The Wild Lies



Anno: 2016

Tracklist: 01. The Animal 02. Shapeshifter 03. Can’t Carry On
Sito Web: http://thewildlies.com

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login