Cryptopsy – Recensione: The Unspoken King

Un’uscita che sta raccogliendo un incredibile dissenso da parte di vecchi fan e critica on line. Un rumore sinceramente eccessivo per quello che tutto sommato rimane un più che valido esempio di brutalità e tecnica, colpevole in fondo solamente di non essere quello che alcuni si aspettano dalla band canadese in termini di aderenza al death metal. Si può parlare infatti di svolta death-core, ma con le dovute precisazioni. I Cryptopsy non sono certo la band che si accontenta di inquadrare le ritmiche e di produrre l’headbanging delle prime file, quindi della scena hardcore prendono a prestito soprattutto le divagazioni più moderne e complesse, con risultati comunque convincenti e non completamente distanti dal proprio stile, almeno se prendiamo ad esempio un lavoro già più core come “And The You’ll Beg”. Forse sono un po’ forzati e non abbastanza variegati gli inserimenti di vocals pulite, ma si è sentito molto di peggio anche in questo campo. Si poteva fare di meglio anche per quanto riguarda la qualità della registrazione, soprattutto perché il suono rimane a volte troppo scarno, ed è questo il motivo di una difficoltà iniziale ad avvicinarsi al lavoro da parte di chi invece ama le corpose produzioni tipiche del death metal. Ma anche qui, se vi ricordate la pasta sonora confusa di “Once Was Not”, si può parlare di passo avanti. In fondo quello proposto dai Cryptopsy è un ibrido riuscito; e ci pare assurdo accusare il gruppo di non essere più quello di un tempo, visto che gran parte della formazione è cambiata in questi anni e che la band non ha mai dimostrato di voler restare aderente ad un solo stile, producendo sempre uscite con differenze a volte sostanziali tra loro. Ci si aspetterebbe sicuramente qualcosa di complessivamente più personale, ma molti spunti sono comunque interessanti e tanti brani coinvolgono al punto giusto. Ci pare che questo sia sufficiente a garantire ai Cryptopsy la nostra approvazione.

Voto recensore
7
Etichetta: Century Media / Emi

Anno: 2008

Tracklist:

01. Worship Your Demons

02. The Headsmen

03. Silence the Tyrants

04. Bemoan the Martyr

05. Leach

06. The Plagued

07. Resurgence of an Empire

08. Anoint the Dead

09. Contemplate Regicide

10. Bound Dead

11. (Exit) the Few


Sito Web: http://www.myspace.com/cryptopsy

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login