Markonee – Recensione: The Spirit Of Radio

Forse potrebbe sembrare retorico dirlo, ma la radio è veramente stata un mezzo di comunicazione incredibilmente rivoluzionario. È facile pensare a quante parole siano state sprecate su di essa, e a quale ruolo essenziale abbia avuto la radio in certi periodi storici non troppo lontani, sia in Italia che all’estero, ma pensare che tutto ciò ha preso il via da un singolo individuo incute un certo senso di rispetto nei confronti della persona e dell’oggetto in questione.

Sebbene sia uscito nel 2006, il disco di esordio dei Markonee è meritevole di molta attenzione anche ora. Prima di tutto, è da notare la pazienza certosina con cui sono stati curati i dettagli dell’artwork interno e della copertina, che riproduce una fotografia originale proveniente dal Canada, segno che il quintetto bolognese crede fermamente in quello che fa e non scende a compromessi. In secondo luogo, i testi dei brani vanno ascoltati con molta attenzione, perché descrivono minuziosamente la vita e le opere di Guglielmo Marconi, un personaggio tanto importante quanto spesso dimenticato, per primo dagli stessi bolognesi.

Oltrepassati questi dettagli, restano i pezzi, che a loro volta incarnano, nella loro varietà di stili, non solo i diversi momenti della vita di Marconi, ma anche i differenti stati d’animo da lui sperimentati. La prima parte del disco infatti, rappresentando infanzia e giovinezza, il suo modo di approcciarsi al mondo scientifico e l’entusiasmo vissuto a livello personale per le prime importanti scoperte, sono descritte usando toni per lo più lieti e positivi, che hanno le loro punte più alte nella leggerezza dei toni pastello di ‘Colors’, nell’impeto dei cori e del ritmo di ‘Every Beat Of My Heart’, e nell’energia che sprizza da ogni nota di ‘Loved Land’, dichiarazione d’amore fatta da Marconi alla sua città natale. In sintesi, “The Spirit Of Radio” è un disco pieno di amore nelle sue varie forme e di sentimenti positivi. L’amore per la scienza si concilia poi con l’amore per la famiglia e per la figlia, rispettivamente espressi in ‘Love On The Run’ e in ‘I Would Die For You’. Tuttavia, non si può certo dire che Marconi abbia avuto una vita facile, come testimoniano l’ottima ‘I Know That You Know That He Knows’ e ‘Burning’, che rievoca un drammatico incidente stradale nel quale Marconi perse un occhio. Un ritratto complesso, quindi, di un personaggio a tutto tondo, quello che emerge da questo disco, che non è mai banale e non scende mai nel patetico.

I Markonee possiedono senza dubbio quella sensibilità necessaria per tratteggiare le linee guida della vita di un personaggio di questo calibro, e ne rendono le sue sfaccettature in modo egregio, giostrandosi tranquillamente tra brani veloci e lenti, non lesinando sull’uso dei cori e sbizzarrendosi in una serie di arrangiamenti da veri professionisti. A questo proposito, vale la pena di ricordare che all’interno dei Markonee militano elementi di tutto rispetto della scena musicale italiana, che, forti di un passato considerevole, hanno avuto il coraggio di ricominciare da capo un’esperienza con cui ottenere riscontri non solo a livello italiano, ma anche internazionale (è del 2006 un tour in Bosnia). Da notare anche la grandissima carica sprigionata dalla band in sede live, e il fatto che i suoi componenti nutrano un’insana passione per gli strumenti vintage, che sono utilizzati anche sul palco. Avanti così, allora.

Voto recensore
8
Etichetta: Sonic Robots

Anno: 2006

Tracklist:

01. Algoritmo

02. Colors

03. Black ‘n Grey

04. Every Beat Of My Heart

05. Loved Land

06. I Don’t Remember Well

07. Discovery

08. Radio Time Warp

09. Would I Lie To You

10. Moving To America

11. Modern Time Clockwork

12. I Know That You Know That He Knows

13. Love On The Run

14. Officer & Gentleman

15. Burning

16. I Would Die For You

17. Near The End:

a) Fanfare For The Uncommon Man

b) Full Of Words Full Of Sounds

c) My Inheritance

d) Choir Of Angels

e) Final Destination


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login