The Resistance – Recensione: Rise From Treason

A volte capita di ascoltare un album e rattristarsi per la breve durata dello stesso, causa l’intensa attività tellurica posta in atto dalla band di turno, questo è il caso del debutto dei The Resistance, band capitanata dall’ex In Flames Jesper Strömblad il quale è affiancato in questa nuova avventura dal singer Marco Aro ( Face Down, ex The Haunted), Glenn Ljungström ( ex In Flames) alla chitarra, Alex Losbäck Holstad (ex Despite) e Chris Barkensjö (Carnal Forge, Godsic).

La produzione in questione è un Ep di quattro brani per una durata totale di 13 minuti circa, sebbene non siano molti in questo breve lasso di tempo i nostri dimostrano di essere aggressivi come un vulcano in continua eruzione, un combo dal sound abrasivo e senza compromessi.

Apre le danze “My Fire”, un brano in puro stile Hatebreed, evidenti sono infatti  i richiami allo stile Hardcore che si fonde senza attriti con un’ossatura death/thrash , la cui influenza è particolarmente evidente nella successiva “Face to Face”, una traccia dal flavour molto Slayer addolcito da aperture molto care ai primi In Flames, come del resto la successiva title track “Rise From The Reason”, la conclusiva “Slugger” segna invece un ritorno alla matrice HC assestando il colpo finale di un Ep molto coinvolgente.

Sebbene questi salti stilistici possono correre il rischio di disorientare l’ascoltatore, “Rise From Treason” è nel complesso una release molto valida, che lascia ben presagire per le produzioni future.

Voto recensore
7
Etichetta: earMusic

Anno: 2013

Tracklist:

01. My Fire
02. Face To Face
03. Rise From Treason
04. Slugger


Sito Web: https://www.facebook.com/theresistanceswe

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login