Header Unit

The Night Flight Orchestra – Recensione: Amber Galactic

Terzo album, terza tappa per la carovana nota sotto il nome di The Night Flight Orchestra: capitanata con sicurezza da Björn Strid (Soilwork), si muove su territori accomunati da un amore mai nascosto per la sonorità anni Settanta (ma pure la decade successiva, chiedere al tastierista Richard Larsson ed ascoltare la parte centrale dell’album…), declinato però con passione centrifugando le influenze dei membri della band in una miscela sempre originale e mai noiosa o derivativa, nonostante la materia di partenza sia arcinota.

L’urgenza della diretta “Gemini” e della colorata opener “Midnight Flyer” sono esempi di quella spontanea sincerità che anima un po’ tutto “Amber Galactic”, e in questo senso vanno pure i curiosi richiami ai primi Kiss di “Sad State Of Affairs”. Lo splendido e struggente mid-tempo “Jennie” sembra un ruvido incrocio fra Toto e Survivor, stessi riferimenti che si possono riscontrare pure nell’agile “Josephine” o nell’andatura sinuosa della calda “Something Mysterious”. La magnetica e deliziosamente pop “Domino” è anch’essa debitrice di scenari WestCoast punteggiati dalle immacolate tastiere di Larsson, su cui divaga in gustosi assoli con classe e anima la chitarra di David Andersson. La vorticosa coda psichedelica di “Space Whisperer” aggiunge ulteriore colore ad un album vibrante di cuore e pieno di idee, cosa non da poco se si pensa al suo solido e dichiarato legame con epoche musicali passate.

La produzione semplicemente perfetta restituisce un sound vintage assolutamente credibile, contribuendo con efficacia a catapultarci in un altro tempo, con piacevole sorpresa e straniamento connessi. Altro centro!

Voto recensore
7,5
Etichetta: Nuclear Blast

Anno: 2017

Tracklist: 01. Midnight Flyer 02. Star Of Rio 03. Gemini 04. Sad State Of Affairs 05. Jennie 06. Domino 07. Josephine 08. Space Whisperer 09. Something Mysterious 10. Saturn In Velvet
Sito Web: https://www.facebook.com/thenightflightorchestraofficial/

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. Andy

    …questo album e’ sicuramente l’ennesimo capolavoro made in scandinavia!!!….spettacolo!!!….sembra, dopo molti anni, di ricalarsi nei primi anni 80!!!….nel periodo in cui imperversavano i survivor o i kiss o la dance rock di quel periodo…i NFO buttano tutto dentro al calderone e iniziano a mescolare…il risultato e’ eccezzionale perche’ tutti gli ingredienti sono aggiunti nella quantita’ giusta…quest’estate mi divertiro’ sicuramente al suono della meravigliosa gemini o dell’incredibile josephine senza poi menzionare jennie domino e something mysterious….FANTASTICO!!!….mi ha fatto rivivere certi periodi della mia infanzia!!! 🙂

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login