The Konsortium – Recensione: The Konsortium

Agonia Records pubblica il debutto dei norvegesi The Konsortium, misterioso gruppo modern black metal dal look molto curioso (un mix fra dei salary men e Fantaman), che vanta nelle sue fila Teloch (Orcustus, Nidingr, Ov Hell, Mayhem). Al di là degli urli promozionali che parlano di un aggressivo e tecnico avantgarde black/thrash, la sostanza sonora riscontrabile in queste otto composizioni è un’interpretazione professionale, convinta e formalmente valida, del sound plasmato e reso celebre da gente come Satyricon (fase “Rebel Extravaganza” e “Volcano”), Thorns, …And Oceans, Enochian Crescent.

Niente che la Norvegia non abbia già fatto sentire in precedenza, dunque. Fugate le improprie pretese avanguardistiche e innovatrici (non siamo di fronte ai nuovi Arcturus, Solefand o Ved Buens Ende) resta un lavoro in realtà molto solido e quadrato, basato sul riffing tecnico, veloce e affilato di Teloch, che però non si distanzia poi molto dai riferimenti stilistici già inquadrati, trattandosi, in buona sostanza, del suo abituale modo di suonare black.

Ciò nonostante piacciono l’immediatezza e la facile presa di “Gasmask Prince”, dal ritornello molto catchy, il ritmo cadenzato di “Decomposers” e il mosh di “Onwards! Onwards!”. Qua e la fanno capolino piccoli inserti sonori techno/industrial, ma si tratta sempre e comunque di elementi di contorno, che non spostano assolutamente la bilancia dei pesi e delle misure di un disco solidamente ancorato a fondamenta di nero metallo.

Trattandosi di un debutto (in cui ben quattro canzoni sono già state pubblicate come EP nel 2008) resta auspicabile un ulteriore affinamento del sound, magari portando alla luce in modo più strutturato le derive proggy della conclusiva “Tesla”, ma comunque un’operazione di personalizzazione stilistica va fatta, altrimenti tutte queste valide premesse (ottimi musicisti, buon supporto tecnico e discografico) corrono il rischio di perdersi nel mare della convenzionalità e dei clichè.

Voto recensore
7
Etichetta: Agonia Records

Anno: 2011

Tracklist:
1. Gasmask Prince 03:36
2. Lik Ulven 05:53
3. Under the Black Flag 04:27
4. Decomposers 05:39
5. Knokkeklang 05:01
6. Slagens Barn 03:39
7. Onwards! Onwards! 03:16
8. Tesla 05:15

Sito Web: http://www.myspace.com/konsortiummetal

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login