Code – Recensione: The Enemy Within

Una copertina spettacolare, con un angelo in jeans e scarpe di tela dall’aria angosciata, le cui ali sono formate da due mani che stringono una rosa e un coltello; già questo ci fa capire che siamo di fronte ad un disco che, oltre ad essere molto gradevole dal punto di vista sonoro, affronta temi introspettivi come la lotta tra diversi sentimenti coesistenti nell’animo umano. Ci troviamo quindi di fronte a un album che mescola parti tipiche dell’AOR ad altre sostanzialmente più rock, dando molta importanza ai cori e alle tastiere, ma anche a certi assoli più heavy che spuntano fuori nei momenti più inaspettati.

Un buon biglietto da visita, insomma, per gli scandinavi Code, che si esprime al suo meglio in ‘Sign Up For Love’, pezzo abbastanza veloce e semplice da memorizzare, in ‘Sworn To Silence’, che rappresenta l’anima più romantica del disco, basata principalmente sul pianoforte, e in ‘Uninvited Guest’, molto vario nella sua struttura, molto moderno per quanto riguarda gli arrangiamenti, che invece è espressione della parte più dura del disco. C’è da aggiungere che i Code si avvalgono della preziosa collaborazione di un batterista del calibro di Gregg Bissonette, a conferma di come questa band susciti attenzione e rispetto anche all’interno dell’ambiente, pur trattandosi di un disco d’esordio. Non è del tutto convincente invece la voce di Sherwood Ball, non perché non sia ben impostata e non sappia sfruttare al meglio le sue potenzialità, ma più che altro per una questione di timbrica, che manca di quel qualcosa in più che la fa riconoscere immediatamente fra tutte le altre. Ad ogni modo, il suo comportamento è più che onesto, e tolto questo aspetto, comunque soggettivo, non si può non essere soddisfatti del risultato.

Voto recensore
7
Etichetta: Escape Music/ Frontiers

Anno: 2007

Tracklist:

01- The Enemy Within

02- Sign Up For Love

03- Home Away From Home

04- In The Shadows

05- How Do We Stay In Love

06- My Time

07- Alive

08- Uninvited Guest

09- How Can I Change The World?

10- Flying High

11- Sworn To Silence


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login