Desperados – Recensione: Recensione: The Dawn Of Dying

Quando c’è di mezzo Zio Tom Angelripper c’è sempre di che essere contenti! Dopo gli album di canzoni birraiole, per il leader dei Sodom è ora la volta del progetto Desperados, che rivisita originalmente in chiave thrash le atmosfere tipiche dei più classici western-movie… e il risultato è davvero unico e divertente! Onkel Tom, a dire il vero, qui si limita ad accompagnare alla voce il suo fido compagno e amico Alex Kraft (autore di tutte le canzoni originali del disco), ma è chiaro che comunque è la sua presenza a garantire quel quid in più che rende davvero speciale il progetto. Dopo l’intro, la Morriconiana ‘As A Judgement’, esplode ‘Gomorrah Of The Plains’, che unisce la furia del thrash all’epicità malinconica delle colonne sonore dei film di Sergio Leone. Ma è soprattutto con la titletrack ‘The Dawn Of Dying’ che il disco decolla davvero, in un’eccellente miscela thrash/western – fra l’altro, gli effetti sonori del disco sono appropriatissimi! – che esalta a partire da titoli come ‘My Gun And Me’, ‘Rattlesnake Shake’, ‘Jumpin’ Down The Running Train’ e ‘Oriental Saloon’. In mezzo a tutto ciò spazio anche per un’incredibile cover della celeberrima ‘Riders In The Sky’ (Stan Jones), segnata dalla ruvidissima ugola di Onkel Tom! YPPE-YAH-YEAH! YPPE-YAH-YOH!

Voto recensore
8
Etichetta: Drakkar/BMG

Anno: 2000

Tracklist: Tracklist: The Beginning/As A Judgment/Gomorrah Of The Plains/The Dawn Of Dying/My Gun And Me/Gone With The Wind/Rattlesnake Shake/Riders In The Sky/Devil's Horse/Jumpin' Down The Running Train/Dodgecity/Desperados/The End/Oriental Saloon

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login