Bodyfarm – Recensione: The Coming Scourge

Secondo album per i deathster olandesi Bodyfarm e ancora una volta quello che la band ci propone ricalca in modo quasi perfetto le aspettative di un qualsiasi amante della vecchia scuola del genere.

Tra riffing saltellanti e lineari, suono ribassato, vocals scure e urlate, rallentamenti asfissianti e ripartenze tritatutto i Bodyfarm sembrano una band che ha frequentato le serali e assimilato con dedizione la lezione dei maestri.

Detto questo non ci sognano nemmeno di assurgere questi preparati musicisti olandesi al livello dei migliori del genere, sia antichi che moderni, ma va loro riconosciuta una buona dose di convinzione che ha permesso comunque un miglioramento rispetto all’album precedente, con un’evidente qualità nella resa sonora e una miglior struttura dei singoli brani che non saranno forse il massimo dell’originalità, ma non mancano di farsi apprezzare.

Pur nella loro resa essenziale canzoni come “Vortex Of Terror” o la tetra “Frozen Halls”, ma anche la brutalità guerresca di “Frontilen Massacre” o la cadenza groovy e melodica di “The Siege Of The Mind” sanno quali sono le giuste corde da toccare.

Se siete tra quelli che amano andare a spulciare tra le seconde schiere del genere in cerca di band interessanti i Bodyfarm potrebbero fare al caso vostro…

Voto recensore
6,5
Etichetta: Cyclone Empire

Anno: 2013

Tracklist:

01. Unbroken
02. Frontline Massacre
03. Vortex Of Terror
04. The Coming Scourge (feat. Dirk Willems of ONCE BEGOTTEN)
05. Eden´s Destruction
06. The Well Of Decay
07. The Frozen Halls
08. Der Landkreuzer (feat. Stephan Gebédi of HAIL OF BULLETS)
09. The Siege Of The Mind
10. Enter The Eternal Fire (BATHORY cover)


Sito Web: https://www.facebook.com/Bodyfarmdeathmetal

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login