Tiamat – Recensione: The Church Of

Se una volta era il best-of, adesso sembra essere diventato il Dvd antologico il passo obbligato per ogni band con una certa storia alle spalle ed un solido contratto discografico in tasca. Per fortuna ci sono ancora gruppi che hanno voglia di rendere veramente degno d’acquisto il lavoro che propongono e confenzionano un prodotto che, oltre ovviamente per i fan del gruppo, difficilmente dovrebbe mancare dagli scaffali di un appassionato di musica.

Il Dvd dei Tiamat sotto esame rientra perfettamente in questa categoria, soprattutto in virtu’ di una fitta sezione extra che va a migliorare ulteriormente la parte piu’ prettamente « live ». Il concerto e’ tratto da un’esibizione piu’ che convincente che la band di Johan Edlund ha tenuto in Polonia, a Cracovia, il 13 Gennaio 2005, e che racchiude praticamente tutto il meglio di quanto fatto dai Tiamat dai tempi di ‘Clouds’ fino all’ultimo ‘Prey’. Un vantaggio notevole per una band come questa che a dischi ottimi, ‘Wildhoney’ e ‘Deeper Kind Of Slumber’ su tutti, ne ha aggiunti altri ricchi di alti e bassi. Intelligentemente i brani vengono scelti cercando la maggiore resa live possibile ed appesantiti all’uopo, soprattutto per quanto riguarda le chitarre. Certo, se sotto il cantato ogni tanto Edlund provasse a suonare le ritmiche non sarebbe male…

Il meglio arriva pero’ dalla sezione extra, in cui sono rappresentati veramente tutti i periodi di vita del gruppo, con un tuffo nel passato veramente remoto di ‘Where The Serpents Ever Dwell’, tratto dal primo concerto di una band che da poco aveva abbandonato il precedente monicker ‘Treblinka’.

Come gia’ detto, un ottimo prodotto, tutt’altro che preconfezionato e dedicato a quei fan che venderebbero la dentiera della mamma per avere qualsiasi cosa della band preferita. L’unico dubbio che rimane riguarda il motivo che ha portato Edlund a vestirsi come un palombaro nel luglio romano e suonare a petto nudo nel gennaio polacco… Ma si sa, gli artisti sono spesso imperscrutabili.

Voto recensore
7
Etichetta: Century Media / Edel

Anno: 2006

Tracklist: 01. Vote For Love
02. Children Of The Underworld
03. Cain
04. Brighter Than The sun
05. To Have And Have Not
06. Whatever That Hurts
07. I Am In Love With Myself
08. In A Dream
09. Wings Of Heaven
10. Cold Seed
11. Clovenhoof
12. As Long As You Are Mine
13. Love Is As Good As Soma
14. The Sleeping Beauty
15. Gaia


- Extra:

16 Where The Serpents Ever Dwell (Stockholm 1990)
17 Whatever That Hurts (Wildhoney Promo 1995)
18 Gaia (Wildhoney Promo 1995)
19 Undressed (Hagen 1995)
20 The Ar (Hagen 1995)
21 Alteration X 10 (Deeper Kind Of Slumber Recording Session 19)
22 Cold Seed (Deeper Kind Of Slumber Promo 1997)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login