Valkyrja – Recensione: The Antagonist’s Fire

Terminato il sodalizio con Metal Blade, ritroviamo i blacksters svedesi Valkyrja sotto l’egida della indie World Terror Committee, che licenzia il terzo studio album “The Antagonist’s Fire”. Se il precedente “Contamination” aveva lasciato in qualche modo delusi, puntando in modo fin troppo deciso sull’assalto sonoro, in occasione della terza release, l’ensemble di Stoccolma guarda nuovamente al sound ferale ma altrettanto epico e corposo che ne aveva contraddistinto gli esordi. “The Antagonist’s Fire” è il giusto compromesso tra la velocità di esecuzione e la crudezza tipica dell’old-school black metal e un’ottica di carattere epico e melodico. Non è un caso che i brani siano in massima parte di durata superiore ai sette minuti e ricchi di particolari, supportati da un bagaglio esecutivo privo di sbavature. Le chitarre hanno un ruolo nevralgico; lo strumento guida i pezzi sia nei momenti di maggiore muscolarità, sia in quelli più ricercati, attraverso linee melodiche cariche di pathos e assoli di notevole fattura. Certo è che i Valkyrja hanno avuto una buona scuola con maestri del calibro di Watain, Dark Funeral e Naglfar, di cui i nostri sono diventati degli ottimi continuatori. Tra carattere e incisività, ogni brano presenta degli spunti positivi, ma cercando nel lotto ci sentiamo di citare “Madness Redemeer”, un cadenzato giocato su parti di chitarra abrasive e preziosismi tecnici che tuttavia non sovraccaricano la canzone, “Eulogy (Poisoned, Ill And Wounded)”, un pezzo curato nei minimi particolari e dall’incipit che non esclude velleità progressive, infine “Treading The Path Of The Predator”, emozionante suite dal flavour battagliero sorretta da melodie profonde. Un ritorno convincente sotto molti aspetti, forse i Valkyrja devono ancora compiere quel piccolo passo in più che li renderebbe una band dallo stile personale e riconoscibile fra tanti, ma al momento possiamo essere soddisfatti di un prodotto qualitativamente indiscutibile.

Voto recensore
7
Etichetta: World Terror Committee

Anno: 2013

Tracklist:

01.  Betrayal Incarnate
02.  The Cremating Fire
03.  Madness Redeemer
04.  Yearn To Burn
05.  Eulogy (Poisoned, Ill And Wounded)
06.  Season Of Rot
07.  Treading The Path Of The Predator


Sito Web: https://www.facebook.com/valkyrjaswe

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login