Nocturnal Rites – Recensione: The 8th Sin

Questa release dimostra che per quasi tutti i gruppi arrivano dei momenti di stasi compositiva. Questa pecca colpisce con ‘The 8th Sin’ anche gli svedesi Nocturnal Rites che, nonostante la carriera estremamente prolifica (otto studio album in 12 anni) avevano sino ad ora mantenuto uno standard compositivo eccellente (‘The Sacred Talisman’ o ‘Shadowland’) o al massimo un lieve calo come nel caso della penultima release ‘Grand Illusion’.

Con l’ultimo disco aimè i nostri invece rimangono drammaticamente ancorati ad un modello sufficiente ma nulla più che certo non fa onore alla loro carriera.

Certo, i Nocturnal Rites sono dei maestri nello scrivere ottime heavy metal o power metal song (hanno sempre favorito il “pacchetto canzone” all’espressione dei singoli musicisti ed anche questo CD non fa una piega da questo punto di vista) ed anche in questo caso riescono a piazzare alcune zampate di grande rispetto, come nel caso della moderna e melodica hard’n’heavy ‘Not The Only’, che conquista al primo ascolto, grazie ad armonie azzeccatissime ed anche alla voce come sempre potente e tonante di Jonny Lindqvist.

Peccato però che episodi veramente “da ricordare” siano pochi in questo lavoro, segno forse di una pericolosa flessione compositiva? Speriamo di no.

In realtà i Nocturnal Rites shanno provato ad inseguire suoni moderni (forse anche per provare a progredire e tantare nuove vie) ma il risultano non è stato eclatante e molti pezzi, tipo ‘Leave Me Alone’, scorrono via senza lasciar nulla.

In alcni casi invece l’esperimento riesce e le aperture melodice unite a timidi inserti elettronici come nel caso di ‘Till I Come’ colpiscono nel segno e ci presentano una band che non avevamo mai conosciuto.

Forse ‘The 8th Sin’ è un passo in un futuro incerto e tutto da scoprire per la band svedese, che speriamo saprà far quadrare il cerchio con la prossima release, che come sempre, non tarderà certo ad arrivare. Nel frattempo consigliamo il nuovo disco solo ai fan della band.

Voto recensore
6
Etichetta: Century Media

Anno: 2007

Tracklist: 01. Call Out To The World
02. Never Again
03. Not The Only
04. Tell Me
05. Not Like You
06. Leave Me Alone
07. Till I Come Alive
08. Strong Enough
09. Me
10. Pain & Pleasure
11. Fools Parade

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login