The 69 Eyes – Recensione: Angels

Correva l’anno 2007 e, con l’album “Angels”, i vampiri di Helsinki The 69 Eyes si consacravano definitivamente all’altare del goth’n’roll, al cospetto del quale avevano già acceso una buona dose di ceri nel 2004, con il precedente “Devils”.
Come è facile immaginare, “Angels” è l’ideale continuazione del suo predecessore, ma con un tocco ancor più glamour e patinato: l’artwork di copertina continua sulla scia di “Devils”, anche se il primo piano del carismatico frontman Jyrki 69 è sostituito da quello della biondissima modella Christine Dolce, in una foto che sembra uscita dalla copertina di Playboy (per cui la bella Christine aveva effettivamente posato). Espressione, guanti e occhiali da sole, però, rimangono esattamente gli stessi, stabilendo una forte connessione visiva tra i due dischi.

L’evoluzione musicale della band completa qui il percorso già avviato proprio nei primi anni 2000, portando a definitiva maturazione un sound fatto di atmosfere cupe e dark, sempre sapientemente amalgamate ad un hard rock trascinante, sì, ma anche un po’ decadente, nel senso più positivo del termine. Una miscela esplosiva che si ritrova nella title track “Angels”, ma che rende decisamente indimenticabili brani come “Perfect Skin”, vero inno alle celebrità patinate di Hollywood e della scena fashion/musicale più o meno contemporanea, “Rocker” o “Frankenhooker”. Il tutto mentre la band esprime il suo odio-amore in un brano dedicato alla città più glitterata d’America, quella “Los Angeles” in cui nascono e muoiono carriere e speranze.
Le atmosfere da scanzonato musical gothic hollywoodiano trovano il giusto contrappunto in brani più lenti, in cui la vena gotica dei The 69 Eyes ricopre un ruolo preponderante, come “Ghost”, la struggente ballad “Star of Fate” o “Shadow Of Your Love”.
Per chi scrive, una menzione a se stante merita la bellissima “Wings & Hearts”, uno dei brani più riusciti di tutto il disco, che con il suo perfetto equilibrio tra componente rock’n’roll e ambientazioni oscure, strega e conquista al pari della magia voodoo citata nel testo.

I The 69 Eyes segnano con “Angels” un altro passo avanti nell’evoluzione di uno stile che, nel corso dell’ormai quasi trentennale carriera della band, ha saputo cambiare radicalmente, pur rimanendo fedele alla sua stessa essenza, sempre riconoscibile dietro le molte maschere assunte dal quintetto di Helsinki.
Correva l’anno 2007, e “Angels” faceva ancora sognare le gothic girls di tutto il mondo, pronte ad uscire dai loro cimiteri e a lanciarsi in danze sfrenate sotto le luci abbaglianti del Sunset Strip.

the-69-eyes-angels

Etichetta: Virgin Records

Anno: 2007

Tracklist: Tracklist - 01.Angels 02.Never Say Die 03.Rocker 04.Ghost 05.Perfect Skin 06.Wings & Hearts 07.Star of Fate 08.Los Angeles 09.In My Name 10.Shadow of Your Love 11.Frankenhooker
Sito Web: http://69eyes.com/

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login