Tarja – Recensione: Act II

Operazione “Act II”: Tarja racconta dal vivo la sua musica durante il live italiano al Teatro della Luna (a.d. 2016). Operazione dalle molteplici vesti: con DVD, con Blu-Ray, senza di loro…insomma tutte le possibili combinazioni.

Metti una sera a Milano

Diciamo subito che “Act II” non parte al top, perché “No Bitter End” non convince chi ascolta. Tarja sembra quasi soffrire e la canzone scorre quasi a singhiozzo. Anche “500 Letters” viene penalizzata da questa sensazione con Tarja troppo impegnata nel voler somigliare a sé stessa piuttosto che tesa a rendere convincente la canzone.

Qualcosa poi sembra sbloccarsi: tra manierismi e gli ultimi dubbi la prestazione decolla e si arriva a buoni livelli. Nonostante qualche inciampo. Cresce l’artista di Kitee, e piace sempre di più (positive “Shameless” e “Calling From The Wild”) fino a quando piazza la “zampata” del medley unplugged di “Until Silence“, “The Reign“, “Mystique Voyage“, “House Of Wax” e “I Walk Alone”.

Poco prima spazio anche per il passato Nightwish con il medley “Tutankhamen/Ever Dream/The Riddler/Slaying the Dreamer” che ricorda ai fan i bei tempi andanti e che chiude il primo disco. Cambio rapido e subito “Goldfinger”, poi il medley acustico precedentemente citato e la convincente “Love To Hate”.

Il live si mantiene poi su livelli decisamente positivi anche con la marziale “Victim Of Ritual”, che gioca un po’ nel voler citare Ravel, e nell’interpretazione decisamente sopra le righe di Tarja.

Battute finali, siamo ai bis, e “Innocence”, “Die Alive” e “Until My Last Breath” hanno il compito di concludere il secondo disco. Piglio deciso e sicuro. Positive davvero, soprattutto la seconda nonostante l’accento italiano “zoppicante” della nostra.

Una operazione dedicata principalmente ai tanti fan della cantante finnica. Difficilmente si potrà trovare qualche altra “fetta di mercato” da questa uscita. Sufficiente ma sostanzialmente inutile in solo formato audio. Da preferire le versioni con almeno un supporto video. Ed in qualche altro caso più di un concerto…

Voto recensore
6,5
Etichetta: earMUSIC

Anno: 2018

Tracklist: CD1 1-No Bitter End 2-500 Letters 3-Eagle Eye 4-Demons In You 5-Lucid Dreamer 6-Shameless 7-The Living End 8-Calling From The Wild 9-Supremacy 10-Tutankhamen - Ever Dream - The Riddler - Slaying the Dreamer CD2 1-Goldfinger 2-Deliverance 3-Until Silence - The Reign - Mystique Voyage - House of Wax - I Walk Alone 4-Love To Hate 5-Victim of Ritual 6-Undertaker 7-Too Many 8-Innocence 9-Die Alive 10-Until My Last Breath
Sito Web: http://tarjaturunen.com/home-tarja/

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login