Gloryhammer – Recensione: Tales From The Kingdom Of Fife

Messi da parte momentaneamente i pirateschi Alestorm ecco che Christopher Bowes crea insieme a quattro nuovi compagni una band devota ad un power epic di stampo sinfonico e caratterizzato da una super produzione che farà la gioia di tutti gli amanti del genere.

Il progetto Gloryhammer sembra perfetto da ogni punto di vista; non manca il concept lirico che in questo caso vede i nostri impegnati a narrare le vicende di una Scozia (ovviamente patria di Christopher) medievale alternativa popolata da creature tipicamente fantasy e stracolma di magia. Nelle terre di Dundee troviamo quindi l’eroe Angus McFife alle prese con il mago malvagio Zargothrax; ovviamente il mondo in cui si muovono i personaggi è stato studiato con cura e non manca una ben costruita mappa.

Aggiungiamo che la copertina, realizzata da Dan Goldsworthy (Accept,Hell, ecc.), raffigura un enorme guerriero in armatura completa e armato di martello che ricorda un po’ Hector, la mascotte degli Hammerfall… ma chiaramente si tratta solo di coincidenze ed in realtà il guerrierone è l’eroico Angus McFife.

Dal punto di vista musicale i Gloryhammer hanno confezionato dieci tracce che promettono gioia e divertimento per chi ama questo genere musicale; al contrario queste song provocheranno travasi di bile a chi odia i clichèes dell’epic power più tradizionale (per non parlare degli abiti di scena dei musicisti…).

Passando a descrivere la tracklist iniziamo col sottolineare che si inizia come da copione con un intro trionfale e infarcito di effetti intitolato “Anstruther’s Dark Prophecy”, che funge da anticamera alla speedy opener “The Unicorn Invasion Of Dundee”.

Seguono quindi due brani decisamente più epici e cadenzati che dimostrano un certo gusto nel creare brani diretti e dal refrain irresistibile in puro stile Manowar; parliamo di “Angus Mcfife” e della ruffiana “Quest For The Hammer Of Glory”.

Grazie a “Magic Dragon” possiamo gustare una spruzzata di metal neoclassico unito alle melodie tipiche dei ben noti Rhapsody. Il brano si fa apprezzare per il duello fra le tastiere di Bowes e il breve ma ottimo assolo di chitarra di Paul Templing.

A questo punto non possiamo non sottolineare l’ottima prova al microfono di Thomas Winkler (in forza negli svizzeri Emerald) che sfoggia una linea vocale “maschia” e potente ma in grado di adattarsi al meglio alle varie sollecitazioni delle composizioni… come dimostra del resto la prova melliflua e riuscita con il lento “Silent Tears Of Frozen Princess”.

Si torna al power speed con la successiva “Amulet Of Justice” che mantiene alto il mood dell’album che fino ad ora non concede un minimo di cedimento; anche questo pezzo conquista fin dal primo ascolto e ci fa apprezzare anche le spruzzate soliste di pregio del batterista Ben Turk, del tastierista Bowes e del chitarrista Paul Templing.

“Hail To Crail” è l’ultimo cadenzatore epico del disco che ben ci prepara al finale che promette scintille. La conclusione dell’album è infatti affidata alla lunga intro “Beneath Cowdenbeath” (in cui furoreggiano le tastiere di Bowes e la chitarra di Templing) ed alla suite “The Epic Rage Of Furious Thunder”, dieci minuti e oltre di epic power metal in puro stile Rhapsody che propone momenti di fuoco e fiamme intervallati da parentesi di melliflua melodia in cui ascoltiamo anche una voce femminile ed altri ancora con tanto di voce roca recitativa che ci ridordano sempre di più i maestri triestini.

La versione limitata in digipack del CD contiene la bonus track “Wizards”, un brano veloce e piacevole che nulla aggiunge o toglie al mastodontico “Tales From The Kingdom Of Fife”, album che non dovrebbe mancare a nessun amante di epic power sinfonico che si rispetti.

Voto recensore
8
Etichetta: Napalm Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. Anstruther’s Dark Prophecy
02. The Unicorn Invasion Of Dundee
03. Angus Mcfife
04. Quest For The Hammer Of Glory
05. Magic Dragon
06. Silent Tears Of Frozen Princess
07. Amulet Of Justice
08. Hail To Crail
09. Beneath Cowdenbeath
10. The Epic Rage Of Furious Thunder

11. Wizards (bonus track)


Sito Web: http://www.gloryhammer.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login