Void Of Sleep – Recensione: Tales Between Reality And Madness

Album d’esordio per i ravennati Void Of Sleep. Sette tracce per quarantacinque minuti di viaggio pesantemente lisergico, sembra un’equazione semplice e ragionevole. E, infatti, lo è.

I quattro, con questo “Tales Between Reality And Madness”, confermano l’elevato e brillante tasso compositivo, già precedentemente mostrato col fortunato Ep “Giants & Killers”. Sette capitoli, dunque, di un viaggio vorticoso e seducente ma, al tempo stesso, poderoso e granitico. Le composizioni, difatti, si presentano per lo più lunghe, ma mai monotone e stancanti, cangianti al punto giusto e sapienti per arrangiamenti e suoni, davvero molto azzeccati.

Ad esempio, gli otto e passa minuti di “Lost In The Void” scorrono fin troppo in fretta, tra chitarre ora taglienti, ora più malleabili e psichedeliche, mentre per la seguente “Ghost Of Me”, il tostissimo finale in rallentando poteva benissimo durare all’infinito, ancora e ancora senza stufare mai.

Non mancano anche gli episodi più aggressivi, come l’opener “Blood On My Hands” o “Mirror Soul Sickness” nella quale, inoltre, si scorgono anche echi di Tool (ci saranno anche nella conclusiva “Sons Of Nothing”) nella parte in mid tempo, per soluzioni e cantato.

Insomma, davvero un esordio ben riuscito per i Void Of Sleep, riconferma che il rock tosto made in Italy, gode di ottima salute e fervente potenza creativa.

Voto recensore
7
Etichetta: Aural Music

Anno: 2013

Tracklist:

01. Blood On My Hands
02. Wisdom Of Doom
03. The Great Escape Of The Giant Stone Man
04. Lost In The Void
05. Ghost Of Me
06. Mirror Soul Sickness
07. Sons Of Nothing


Sito Web: http://www.facebook.com/Voidofsleep

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login