Suidakra – Recensione: Realms Of Odoric

La marcia dei Suidakra non conosce tentennamenti e dopo il più che valido “Eternal Defiance” (2013) ecco arrivare un nuovo concept album (ormai trademark dei tedeschi) che risulta essere una vera e propria opera a più mani che comprende, oltre al gruppo, anche Kris Vervimp, autore di tanti artwork del gruppo e di tante altre band metal. L’artista belga ha realizzato il fumetto “Odoric, The Wall Of Doom” che propone un vero e proprio mondo fantasy con numerosi personaggi ed una solida trama. Vista l’amicizia e la collaborazione che lega Kris ad Arkadius Antonik (cantante e chitarrista del gruppo) l’idea di realizzare una sorta di colonna sonora al fumetto citato ha subito entusiasmato entrambi.

Il concept quindi presenta i vari personaggi ed ambienti ed anche per questo motivo Realms Of Odoric” risulta essere l’album più vario e colmo di sfumature di tutta la discografia della band. Dal punto di vista musicale quindi ci si imbatte in parti maestose ed altisonanti, riffoni death e black, passaggi power ed un tocco folk che a sua volta varia a seconda delle song ed atmosfere che si voglione rendere. A questo aggiungiamo che anche il microfono viene suddiviso fra più singer; quindi abbiamo la voce roca e growl di Arkadius (che come di consueto risulta la meno interessante…), quella aggraziata e pulita di Tina Stabel (che in alcuni momenti prende davvero il sopravvento) e quella melodica di Tim Siebrecht (bassista).

L’opener “The Serpent Within” (che viene introdotta dallo strumentale “Into The Realm”) ci fa capire che il CD sarà colmo di punti di riferimento sonori. Qui si respira il folk grazie agli interventi delle cornamuse, si ascolta prima il vocione roco di Arkadius e un intervento di Tim con la sua voce maschile melodica e le chitarre di Marius “Jussi” Pesch e Antonik propongono un riffing cadenzato, classico e compatto.

Troviamo le cornamusa suonate da Axel Römer anche nella cavalcata possente One Against The Tide” (dove si ritaglia un ruolo di rilievo anche il basso pulsante di Tim) e nella melodica ma incalzante e divertente Undaunted” in cui la voce solista è quella della brava Tina Stabel.

L’idea di colonna sonora altisonante di Arkadius esplode nell’epica Lion Of Darcania” e della strumentale e malinconica “Cimbric Requiem” in cui folk, keyboard, cori, drumming e linee vocali sono unite a creare un’atmosfera da film fantasy di buon livello.

Davvero avvincenti sono poi On Roads To Ruin” (grazie all’avvincente costrutto melodico della chitarra), la malinconica ed acustica “Braving The End” (dove ritroviamo importanti fasi di cantato di Tina) e la cavalcata epic power “Pictish Pride” (introdotta dal piano).

Concludendo possiamo solo affermare che i Suidakra invecchiano dannatamente bene e Realms Of Odoric” colpisce nel segno.

Suidakra

Voto recensore
8
Etichetta: AFM records

Anno: 2016

Tracklist: 01. Into The Realm 02. The Serpent Within 03. The Hunter’s Horde 04. Creeping Blood 05. Undaunted 06. Lion Of Darcania 07. Pictish Pride 08. On Roads To Ruin 09. Dark Revelations 10. Braving The End 11. One Against The Tide 12. Cimbric Requiem Bonustrack (Digipack version) 13. Remembrance
Sito Web: http://www.suidakra.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login