Backyard Babies – Recensione: Stockholm Syndrome

Riecco uno dei gruppi iniziatori del fenomeno dello scan rock, che torna alla ribalta dopo un silenzio piuttosto lungo, come da consuetudine. Purtroppo sembra che la pausa non abbia portato grosse idee agli svedesi; dopo avere convinto con tre album che, pur fedeli al verbo rock’n’roll, riuscivano ad avere ognuno una propria identità ben definita, ritornano con un lavoro che sa un po’ di minestra riscaldata, presentandosi come una riproposizione più pacata dell’ultimo ‘Making Enemies Is Good‘.

Poi la classe c’è ancora tutta, e pezzi sono indubbiamente efficaci, melodici e trascinanti, ma non all’altezza di quanto prodotto in passato, e da un gruppo come loro era lecito aspettarsi qualcosa di meglio. Contando che ci sono una serie di gruppi (Plan 9 su tutti) che, pescando a piene mani dal repertorio dei Backyard Babies, hanno proposto lavori freschi e divertenti, direi che la corona di ‘Earn The Crown‘ è quanto mai in bilico.

Probabilmente è anche una questione di aspettative, visto che comunque l’album scorre bene, e non c’è nessun pezzo che annoi (anche se ‘One Sound‘ ci si avvicina pericolosamente), ma di certo manca un po’ il tiro, lo spolvero dei giorni migliori, e non bastano pezzi ben riusciti come ‘Minus Celsius‘, ‘Say When‘ e ‘Be Myself And I‘ per una promozione a pieni voti. Divertente la corale ‘Friends‘, canzone da osteria in cui si susseguono alla voce ospiti più o meno famosi, che essendo diversa dal resto dei brani risulta probabilmente il momento più riuscito del disco.

Aspettando che riescano a trovare un modo nuovo per proporci la loro musica, o che ritrovino la forma dei tempi d’oro, ci rimane tra le mani un disco comunque divertente e di compagnia, accompagnato da un gusto leggermente amaro che rimane in bocca…

Voto recensore
6
Etichetta: Super Sonic/GUN Records

Anno: 2004

Tracklist:

01. Everybody Ready
02. Earn The Crown
03. A Song For The Outcast
04. Minus Celsius
05. Pigs For Swine
06. One Sound
07. Say When
08. Year By Year
09. Friends
10. Be Myself And I
11. You Tell Me You Love Me You Lie


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login