Starsick System – Recensione: Lies, Hope & Other Stories

Molto spesso, sotto la semplice etichetta di hard rock confluiscono molte sfaccetature e opinioni: da chi osanna questo genere come il paladino del sound moderno a chi lo denigra quale attributo di chi non ha molto da dire, da chi lo apprezza come stile
crossnazionale fino a chi lo vede a suo agio solo negli Stati Uniti.
A volte, però, non c’è niente di meglio che prendere tutte le etichette e triturarle finemente, per far emergere la potenza di una proposta moderna, sì, e tutta italiana, ma capace di fondere sotto la dicitura di hard rock una serie di elementi eterogenei che spaziano dai riffoni che più heavy non si può, ai ritornelli accattivanti, ai tocchi quasi sleaze.

Questo sono gli Starsick System e questo è “Lies, Hope & Other Stories”, seconda fatica di studio della band friulana, dopo il disco di debutto “Daydreamin'”.
Il gruppo dimostra di avere le idee chiare fin dal primo brano “I Am The Hurricane”, che segue l’intro del disco e che travolge l’ascoltatore con un’apertura à la Sixx: A.M. e la grande capacità di amalgamare la potenza del sound ad una leggera malinconia di fondo che sembra quasi vibrare nel cantato impeccabile di Marco Sandron.
“Bulletproof” rappresenta uno dei brani più sfacciati di questo “Lies, Hope & Other Stories”, tiratissimo e coinvolgente al pari di “Sinner”, che completa un trittico iniziale decisamente riuscito e capace di presentare al pubblico tutte le caratteristiche fondamentali del personale stile degli Starsick System.

I pezzi successivi non sono però da meno e “Scars” rappresenta forse una delle tracce più riuscite dell’album, con una potenza intrinseca smorzata solo in parte dalla ricerca melodica e un ritornello capace di rimanere impresso fin dal primissimo ascolto.
La stessa energia si ritrova in “Come On, Come All”, aperta da una bordata che si muove a cavallo tra il rock più duro e un assaggio di sleaze metal che conferisce al pezzo un sapore sporco e cattivo che ci piace davvero molto e che emerge con ancor più prepotenza nella successiva “Perfect Lie”; qui siamo quasi al matrimonio tra Alter Bridge e Hardcore Superstar: il risultato, e la cosa non è poi così scontata, è davvero azzeccato e di perfetta resa in sede live.

Bisogna arrivare alla fine di “Lies, Hope & Other Stories” per tirare il fiato, con le conclusive “Hope” e la bellissima cover di “You Know My Name”, che dopo la tragica scomparsa di Chris Cornell diventa un omaggio della band a questo grande artista.

Tirando le somme di un disco ben confezionato, gli Starsick System dimostrano di avere tutte le carte in regola per continuare su una strada che sembra già asfaltata di ottime premesse. Per molte band, il terzo album di studio è un momento di conferma: “Lies, Hope & Other Stories” è solo il secondo disco degli Starsick System, ma ci consegna una combo talentuosa e già matura.
Da qui alla consacrazione sull’altare dell’hard rock, possiamo dirlo, il passo è breve.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Pride & Joy Music

Anno: 2017

Tracklist: Tracklist - 01. Nebulus 02. I Am The Hurricane 03. Bulletproof 04. Sinner 05. The Promise 06. Scars 07. Everything and More 08. Come one, Come All 09. Perfect Lie 10. Hope 11. You Know My Name
Sito Web: https://www.facebook.com/starsicksystem/

Ilaria Marra

view all posts

Braccia rubate alla coltivazione di olivi nel Salento, si è trasferita nella terra delle nebbie pavesi per dedicarsi al project management. Quando non istruisce gli ignari colleghi sulle gioie del metal e dei concerti, ama viaggiare, girare per i pub, leggere roba sui vichinghi e fare lunghe chiacchierate con la sua gatta Shin.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login