Fine 99 – Recensione: ST

Nati nel 1996 come ensemble dedito allo ska-punk, i bresciani Fine 99 evolvono nel corso del tempo ad un metal-core intriso di ricami elettronici e decisamente energico. Il monicker della band ricorda non poco quello dei per ora più celebri Linea 77 ed anche il sound, comunque più metallico e nervoso, riconduce in parte a quello dei colleghi italiani. Tuttavia, grazie alle loro bordate “punkeggianti” e a un’irriverenza non comune (il retaggio ska devo aver fatto bene…), i Fine 99 possono vantare una personalità ben definita, non a caso già notata dal tecnico del suono Riccardo Rizzotto, responsabile del “Buoni e Cattivi Tour” di Vasco Rossi.

Ma se questi scanzonati lombardi stanno raccogliendo visibilità anche nel panorama più consono al grande pubblico, il merito è di una proposta che sa essere, pur non particolarmente originale, fresca e piena di buoni spunti. L’omonimo album alterna una serie di tracce che combinano con naturalezza parti pesanti (il vocalist Fisty utilizza talvolta tonalità gutturali) a quei ritornelli tanto semplici quanto efficaci, capaci di sfruttare il ritorno emozionale dato dalla melodia accessibile. Un’accessibilità che tuttavia non collima con la mera sfacciataggine o con il motivetto plastificato, bensì godibile e studiata nei minimi particolari. Le parti di elettronica rappresentano poi un valore aggiunto nel creare sfumature moderne e ancora una volta di presa.

E’ vero, forse anche i Fine 99 si sono omologati a quello stile che tanto piace ai più giovani e che di nuovo introduce ben poco, ma hanno muscoli, cuore e testa. Per una band all’esordio sono qualità da non sottovalutare .

Voto recensore
7
Etichetta: MM Records

Anno: 2008

Tracklist: 01.Le Mani Contro Il Viso
02.Il Colore Dei Tuoi Sogni
03.Quello Che Non Farai Mai
04.Tradito
05.Finzione O Realtà
06.Il Fuoco Che Brucia Dentro
07.La Ballata Del Lumacotto
08.Fuori Dalla Finestra
09.Cosa Vuoi
10.L’Essenza Del Male
11.Sogni Infranti
12.Vita Veloce

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login