Sons Of Apollo – Recensione: Live With The Plovdiv Psychotic Symphony

Non il “solito” live per i Sons Of Apollo che con la Plovdiv Psychotic Symphonic Orchestra mettono a ferro e fuoco l’anfiteatro romano della città bulgara. Mike Portnoy, Billy Sheehan, Derek Sherinian, Jeff Scott SotoRon “Bumblefoot” Thal sono una macchina ormai rodata, precisa e determinata.

Un triplo live (anche con DVD) che mette in mostra l’impatto di una band che con il debutto ha mostrato di aver i “numeri” e non solo i “nomi”. I cinque partono infatti con “God Of The Sun” e subito spicca la voce di Soto, rotonda e convincente. Una strada, quella di “Psychotic Symphony”, che viene riproposta per interno dai nostri tra milioni di altri spunti, influenze e “orchestra”

Ecco perché l’amplissimo spazio anche alle “evoluzioni musicali altrui”, come per esempio nella bella versione di “Comfortably Numb” dei Pink Floyd. Ed è proprio nella seconda parte del set che l’orchestra entra nel vivo dell’azione accompagnando le canzoni scelte dai S.o.A. per rendere ancora più avvincente la serata. Non sorprendono per questo le “incursioni” nel passato Dream Theater di Sherinian e Portonoy “Just Let Me Breathe”, “Hell’s Kitchen” e “Lines In The Sand”.

Bella la versione di “The Show Must Go On” dei Queen così come convince una pirotecnica “Kashmir” dal repertorio degli Zeppelin. A chiudere il cerchio di una bella serata una pirotecnica versione di “Coming Home”.

Prima del disco necessaria la visione del DVD, per capire davvero la portata di un live che nel suo complesso si dimostra un punto di svolta per i nostri che si confermano band e non mero “supergruppo”.

Etichetta: InsideOut Music

Anno: 2019

Tracklist: CD 1: 01. God Of The Sun 02. Signs Of The Time 03. Divine Addiction 04. That Metal Show Theme 05. Just Let Me Breathe 06. Billy Sheehan Bass Solo 07. Lost In Oblivion 08. Jeff Scott Soto Solo Spot (The Prophet's Song / Save Me) 09. Alive 10. The Pink Panther Theme 11. Opus Maximus CD 2: 01. Kashmir 02. Gates Of Babylon 03. Labyrinth 04. Dream On 05. Diary Of A Madman 06. Comfortably Numb 07. The Show Must Go On 08. Hell's Kitchen 09. Derek Sherinian Keyboard Solo 10. Lines In The Sand CD 3: 01. Bumblefoot Guitar Spot 02. And The Cradle Will Rock 03. Coming Home

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login