Sodom – Recensione: Out Of The Frontline Trench (EP)

Tempo di uscita interlocutoria per i Sodom, che in vista dell’arrivo del prossimo full-length previsto per il 2020 ci danno un assaggio dell’imminente release con questo EP intitolato “Out Of The Frontline Trench”. Il disco è anche l’occasione per vedere nuovamente all’opera in studio la tuttora fresca line-up della band: ricordiamo infatti l’autentico terremoto avvenuto lo scorso anno in casa di Tom Angelripper, con l’allontanamento dello storico Bernemann e dell’ormai rodato Makka in favore del ritorno di Blackfire e dell’innesto dei due nuovi Husky e Yorck Segatz (rispettivamente alla batteria e alla chitarra).

Il platter si compone di cinque tracce valide, ma che non presentano particolari novità, segno che i pesanti cambiamenti avvenuti a livello di formazione non hanno affatto scalfito il trademark del combo tedesco. “Genesis 19”, anteprima del nuovo album del gruppo, è un lungo e solido esempio di puro thrash teutonico; “Down On Your Knees” e la title track, che costituiscono invece le esclusive di questo EP, virano più verso lo speed e ci restituiscono il lato maggiormente veloce e immediato dei nostri. Completano l’opera una ri-registrazione del cavallo di battaglia “Agent Orange” e una versione live dell’altrettanto classica “Bombenhagel”.

Nonostante la buona qualità e quantità (si tratta pur sempre di un EP) del materiale proposto, “Out Of The Frontline Trench” rappresenta essenzialmente un’uscita per i più assidui fan e completisti della band. Agli estimatori dei Sodom che non raggiungono invece livelli di culto, consigliamo soprattutto un passaggio preventivo sulle piattaforme di streaming online preferite.

Etichetta: Steamhammer / SPV

Anno: 2019

Tracklist: 01. Genesis 19 02. Down On Your Knees 03. Out Of The Frontline Trench 04. Agent Orange (ri-registrata con la lineup attuale) 05. Bombenhagel (live in Gelsenkirchen 2018)
Sito Web: http://www.sodomized.info

matteo.roversi

view all posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login