Snakes In Paradise – Recensione: Step Into The Light

Prosegue intenso l’affaire di Stefan Bergrren con l’hard rock melodico intriso di blues, che negli anni scorsi lo ha visto protagonista di due strepitose release da solista e con Lee Kerslake. Fin dal monicker, gli Snakes In Paradise – sua prima band, formata già all’inizio degli anni Novanta – dichiarano amore eterno agli Whitesnake, in particolar modo a quelli del primo periodo. Per meglio inquadrare le sonorità di “Step Into The Light”, primo album dopo sedici anni, basta aggiungere a quel riferimento gusto melodico e sapore malinconico.

Il trasporto emotivo di “Wings Of Steel” e l’interpretazione di Bergrren nella liquida “Silent Sky”, opportunamente scelte per aprire questo comeback, sono la colonna sonora di un crepuscolo in terre nordiche e mettono in vetrina le qualità migliori della band. Curiosi gli echi dei Boston di “Long Time” in Will You Remember Me”, altro bell’episodio in una prima parte dell’album che mostra un convincente stato di forma. La parte centrale di “Step Into The Light” è meno ispirata, poi gli Snakes In Paradise trovano altri punti di grande carica emotiva nella sinuosa “After The Fire Is Gone”, nella diretta e semplice “Things”, nell’ariosa e frizzante “Love On The Other Side”, in cui l’interpretazione di Berggren si fa sopraffina.

“Step Into The Light” è un gradito ritorno e un buon album, che regala sprazzi di classe e di musica suonata con gusto e passione.

Voto recensore
7
Etichetta: Frontiers Records

Anno: 2018

Tracklist: 01. Wings Of Steel 02. Silent Sky 03. Will You Remember Me 04. Angelin 05. Living Without Your Love 06. If I Ever See The Sun Again 07. After The Fire Is Gone 08. Love On The Other Side 09. Things 10. Liza 11. Life`s Been Good To You & Me 12. Step Into The Light
Sito Web: https://www.facebook.com/SnakesInParadise/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login