Skyblood – Recensione: Skyblood

La varietà di generi attraversati con piglio e timbro inconfondibili da Mats Leven porta ad approcciarsi a(gli?) Skyblood, di fatto suo progetto solista, con grandissima curiosità: quali saranno i territori battuti stavolta? Il plurale è d’obbligo, per un album che come ci si poteva attendere dall’ex cantante di Treat, Therion, Abstrakt Algebra, Swedish Erotica e Candlemass è molto difficile da classificare. Il mood principale è riconducibile a quello di un epic metal cupo e con pochi spiragli di luce, su cui però si innestano squarci di melodie dall’impatto immediato, disegnate da un’interpretazione spesso positivamente sopra le righe e in grado di incidere notevolmente, conferendo ulteriore originalità alle composizioni.

Dopo l’intrigante intro, che porta significativamente il nome di “Skyblood Manifesto”, è subito la volta di un pezzo aggressivo come “The Voice” prima delle atmosfere claustrofobiche di “The Not Forgotten” e della tenebrosa e inquietante “Once Invisible”. E’ proprio questo stato d’animo nero come la pece a costituire, come si diceva il denominatore comune di un lavoro decisamente suggestivo, in cui Leven oltre alla performance vocale dimostra notevoli dote compositive. Con strumenti di volta in volta diversi, ad essere trasmessa è un’intensa, a tratti emotivamente insostenibile sensazione di mancanza di speranza. L’apice viene raggiunto nel sinistro incedere della conclusiva “Le Venimeux”, ammantata di tastiere e pianoforte.

“Skyblood” finisce per essere, grazie a queste caratteristiche, un album sorprendente, coeso e terribilmente efficace sotto il profilo dell’impatto emotivo.

Etichetta: Napalm Records

Anno: 2019

Tracklist: 01. Skyblood Manifesto 02. The Voice 03. The Not Forgotten 04. Wake Up to the Truth 05. Once Invisible 06. One Eye For An Eye 07. Out of the Hollow 08. For or Against 09. Le Venimeux
Sito Web: www.facebook.com/SkybloodM

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login