Silencing Machine

Voto
recensore

7,5

Voto
utenti

-

Silencing Machine

Nachtmystium

Track Listing

01. Dawn Over The Ruins Of Jerusalem
02. Silencing Machine
03. And I Control You
04. The Lepers Of Destitution
05. Borrowed Hope And Broken Dreams
06. I Wait In Hell
07. Decimation, Annihilation
08. Reduced to Ashes
09. Give Me The Grave
10. These Rooms In Which We Weep

Vota questo album:

Il nuovo album dei Nachtmystium vede la band accasata presso un’etichetta di spessore come la Century Media, che pone l’interessante ensemble dell’Illinois all’attenzione del mercato europeo. Dopo un inizio di carriera devoto a un black metal primitivo, il gruppo ha in seguito modificato la proposta virando verso i lidi dell’avanguardia, offrendo un melange che andava a contaminare il sound primigenio con riferimenti alla musica elettronica, richiami al post punk e più in generale a diluiti passaggi psichedelici.

Se i due episodi di “Black Meddle” avevano in qualche modo delineato una vena espressiva che andava a “estremizzare” la sincera ammirazione del combo verso gli anni’70, il nuovo “Silencing Machine” mostra in qualche modo, se non un’inversione di rotta, una maggiore partecipazione alla componente black. Il disco appare molto veloce nelle ritmiche, in particolare le chitarre sono molto più presenti e i tappeti di riff che tessono sono fulminei e taglienti. Non mancano comunque sporadiche concessioni agli accompagnamenti elettronici né alle distorsioni di memoria post-punk che appaiono tuttavia inserite in un contesto in cui è la fisicità a primeggiare. I brani sono mediamente lunghi ed elaborati, sebbene riconducano sempre al denominatore descritto sopra, come ci accorgiamo immediatamente all’ascolto dell’opener “Dawn Over The Ruins Of Jerusalem”, gretta e maligna nel suo incedere. Le contaminazioni presenti nella titletrack o ancora nelle ottime “The Lepers Of Destitution” e “These Rooms In Which We Weep” mettono in chiaro come gli americani lascino comunque spazio alla libertà creativa, che nella fattispecie si concretizza in frustate industrial e melodie sintetiche.

“Silencing Machine” è dunque un album monolitico e ulteriore testimonianza di come i Nachtmystium sappiano plasmare la materia musicale con assoluta personalità.

 

Altro...

Lascia un commento

Login with Facebook:
Login