Rats – Recensione: Siete In Attesa Di Essere Collegati Con L’Inferno Desiderato

Il rock italiano non è morto. O almeno è quanto vorrebbero farci credere le band storiche della scena tricolore, quelle lontane dal trend da classifica di Vasco e Ligabue. Dopo la reunion dei Litfiba ed il tour per festeggiare degnamente la mitica “Trilogia Del Potere”, tornano sul mercato anche i Rats, a quasi quattro lustri dall’uscita dell’ultimo disco di inediti, “La Vertigine Del Mondo”.  Il nuovo nato, dal lunghissimo titolo “Siete In Attesa Di Essere Collegati Con L’Inferno Desiderato”, prova a riprendere da dove la band modenese aveva lasciato, ovvero da un rock energico ed istintivo, accompagnato da testi sanguigni.

Si parte veloce con la pulsante “Mayday”, che entra in testa fin dal primo ascolto, anche perché presenta un ritornello fin troppo ingenuo, quasi stessimo ascoltando una band di sbarbatelli alle prime armi. I Rats riescono a collegarsi direttamente con le hit del passato, come “Chiara” o “Indiani Padani”, solo a sprazzi, ma le cadenzate “Polaroid” e “Vivo”, grazie a testi crudi e “di strada”, colpiscono ancora nel segno. E Wilko dietro al microfono, con il suo inconfondibile timbro di voce e la sua cadenza romagnola, quando canta a briglie sciolte riesce ancora ad emozionare. E’ il caso della ballad “Stai Con Me”, in cui recita “è il mondo che cade o sono io a volare?”, e che ci riporta indietro in un battito di ciglia all’adolescenza. Difficile dire, però, a quale target sia indirizzato “Siete In Attesa…”, perché la nuova generazione di teen ager è ormai isitituzionalizzata verso un pop da classifica preconfezionato dai format televisivi, mentre, chi ha qualche hanno in più sulle spalle, difficilmente riuscirà a farsi coinvolgere da un album di questo tipo, se non ascoltato a piccole dosi.

Chi come il sottoscritto, aveva fatto fuga da scuola per correre ad un concerto dei Rats negli anni novanta, non può non essersi emozionato a trovarsi ancora tra le mani un disco di inediti di Wilko, Lor e Romi. Dall’altro lato, però, non tutti i dodici pezzi presenti in “Siete In Attesa…” riescono a conquistarci come allora, semplicemente perché siamo cambiati noi ed i “Belli E Dannati” di un tempo non torneranno più.

Voto recensore
6,5
Etichetta: Bagana Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. Mayday
02. Polaroid
03. Vivo
04. (Stai Con Me) Fino Alla Fine
05. Tieniti Forte
06. I Mali Che Dici Di Avere
07. Superman Vs. Baudelaire
08. Metafisico Equivoco
09. Il Cuore Al Muro
10. Lontano Da Te
11. Il Sangue Continua A Chiamare
12. Quando Arrivi Tu


Sito Web: http://www.ratsmusic.it/

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. ANDY

    ….comunque sia questo album dimostra che la band c’era alla grande e c’e’ tuttora con grande musica e testi che sanno sempre indagare nelle vite comuni di ogni giorno tra difficolta ed emozioni vere….Battini…sei stato troppo severo con una band che nel panorama italiano schifoso dei talent riesce ancora a scrivere brani incredibili per le nostre latitudini e assolutamente superiori a quelli scritti da vasco o da quel venduto di ligabue….vi invito al loro concerto di sabato 16 settembre 2017 a formigine modena nell’ambito delle serate formiginesi dove si esibiranno in formazione originale ripercorrendo la loro bella storia colpevole solo di non essere stata alle leggi di mercato!!!!!….

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login