Side Effects – Recensione: Descending Rabbit Holes

Potentissimo power trio con velleità progressive proveniente da Zagabria, i Side Effects sono nati dalla collaborazione di Ivan Mihaljevic (chitarra e voce) e Alen Frljak (batteria)… con un nuovo bassista che verrà annunciato a breve per completare l’ensemble (dopo che i due precedenti musicisti hanno lasciato la band per motivi familiari).

Già autori di tre album, con questo nuovo “Descending Rabbit Holes” i croati festeggiano una decade di vita artistica, fatta di stenti ma anche alcune grandi occasioni di mettersi in mostra in apertura di artisti del calibro di Paul Gilbert, Whitesnake e Richie Kotzen.

Un attacco hard pieno di energia quello di “Don’t Contradict The Facts” sulla scia dei Talisman (come anche “Diversion”) con un che di più grezzo e la bella voce di Mihaljevic a far brillare il pezzo nonostante ci sembri al limite delle proprie capacità. Su “In The Shadow Of A Crumbled Fort” sembra di sentire i Treat con un ibrido tra David Coverdale e Glenn Hughes alla voce; i Side Effects comunque, nonostante rimandi classici suonano freschi e in parte innovativi nella costruzione dei pezzi quindi diventano automaticamente una band da tenere sott’occhio.

“Scratch The Surface” è più progressiva nel giro di chitarra e nella metrica ma non si fa mancare un refrain corale all’insegna della melodia più immediata; “Colorblind” è vicina a quanto proposto dagli Inglorious mentre “Don’t Turn Away” non sfigurerebbe nel repertorio degli Alter Bridge.

Ne scaturisce, tirando le somme, un ottimo album di genere, un calderone omogeneo di tutto il buono dell’universo hard rock: bella voce, ottime conoscenze compositive, pregevoli assolo di chitarra… tutte caratteristiche affinate negli anni di gavetta ma che hanno quasi raggiunto il loro apice qualitativo.

Ancora un piccolo sforzo e saranno pronti per la Champions League.

Voto recensore
7,5
Etichetta: Rockshots

Anno: 2018

Tracklist: 01. Don't Contradict The Facts 02. In The Shadow Of A Crumbled Fort 03. Scratch The Surface 04. Colorblind 05. Don't Turn Away 06. Diversion 07. The Siren Song 08. Hideout 09. Obituary Of Common Sense 10. Lint 11. Recoil
Sito Web: https://www.facebook.com/sideeffectszg/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login