Shinedown – Recensione: Threat To Survival

C’era una volta un gruppo che grazie a tre album come “Leave A Whisper”, “Us And Them” e “The Sound Of Madness” riuscì a raggiungere un discreto successo nel mondo famelico dei gruppi hard rock di oggigiorno: il successivo album “Amaryllis”, del 2012, fece notare un lieve calo di forma a livello compositivo seppur facendo attestare questo gruppo su buoni livelli e guadagnando schiere sempre più ampie di persone che ne apprezzavano l’operato.

Dove sono finiti gli Shinedown? Trovare un quinto album come questo “Threat To Survival” sul livello degli altri è impossibile: suoni ultrapompati e iperprodotti, quasi per dare quella scarica sonora da “rock-cattivo-ma-non-troppo-per-riempire-gli-stadi” (per lo meno in patria), tempi medi che non fanno scintillare in maniera adeguata la voce di Brent Smith (che forse è l’unica nota positiva dell’album) quando molto più producente sarebbe stato coinvolgerlo in una ballad o in un pezzo comunque dove la sua voce avrebbe potuto dare pennellate di stile.

Non c’è pathos, non c’è spessore… L’iniziale “Asking For It”è un po’ spiazzante e sembra quasi buttare un occhio ai gruppi britannici del filone alternativo più orecchiabile e anche il singolo “Cut The Cord” ricorda un po’ troppo da vicino certe atmosfere alla Muse; ok, c’è il break interessante, che si apre verso melodie passate, di “Outcast” e l’ottima prova vocale di “Black Cadillac” ma ci sono anche gli imbarazzanti coretti anni ’80 di “Thick As Thieves” e la finale “Misfits”, quasi un riempitivo da album emocore piazzato lì così, senza alcun perché. Il resto scorre senza lasciare traccia…

Un’occasione sprecata che speriamo gli Shinedown riescano a rimediare presto, attingendo alla loro capacità di scrivere canzoni immediate e di classe allo stesso tempo: qui non c’è materiale necessario per poter affibbiare una sufficienza.

Voto recensore
5
Etichetta: Atlantic

Anno: 2015

Tracklist:

01. Asking For It
02. Cut The Cord
03. State Of My Head
04. Outcast
05. How Did You Love?
06. It All Adds Up
07. Oblivion
08. Dangerous
09. Thick As Thieves
10. Black Cadillac
11. Misfits


Sito Web: http://www.shinedown.com/

Fabio Meschiari

view all posts

Musica e birra. Sempre. In spostamento perenne fra Asia e Italia, sempre ai concerti e con la birra in mano. Suonatore e suonato, sempre pronto per fare casino. Da Steven Wilson ai Carcass, dai Dream Theater ai Cradle of Filth, dai Cure ai Bad Religion. Il Meskio. Sono io.

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. Giulio B

    2 spanne sotto alle loro 2 ultime uscite.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login