Shameless – Recensione: The Filthy 7

The Filthy 7” è il nuovo album di zecca dei variopinti e divertenti Shameless, formazione con base a Monaco di Baviera fondata dal bassista Alexx Michael nel 1989 e che nel corso degli anni si è costruita una solida fan base grazie anche al coinvolgimento nel progetto di nomi illustri come Steve Rachelle (Tuff), Eric Singer (Kiss), Tracii Guns (L.A. Guns), Steve Summers (Pretty Boy Floyd) e tanti altri. Ad affiancare il bassista troviamo il fido BC Sleaze alla chitarra, Tommy Wagner alla batteria e Steve Rachelle alla voce che presta la sua ugola su ben cinque composizioni di questo dischetto.

Il sound è un frizzante e disimpegnato glam rock di chiaro stampo americano influenzato dai grandi nomi della scena, su tutti i Motley Crue sono il maggior punto di riferimento, ma non ci troviamo al cospetto dell’ennesima copia della nota band americana, gli Shameless sanno il fatto loro e riescono ad unire a tutto questo un innato gusto per le melodie, suoni potenti supportati da cori altamente efficaci e facilmente memorizzabili. Steve Rachelle fa il suo sporco ed egregio lavoro su cinque brani a partire dalla scanzonata opener “How The Story Goes”, davvero un bel glam anthem che rocka che è un piacere, mentre nella successiva “Get Out Of My Dreams, Get Into My Car”, cover di Billy Ocean del 1988  troviamo per la prima volta dietro al microfono Frankie Muriel dei King Of The Hill che da un mood un po’ funky al pezzo che non stona affatto.

Su “I Don’t Wanna Know” troviamo la splendida e inconfondibile voce di Phil Lewis (L.A. Guns), roca al punto giusto che impreziosisce un pezzo festoso di scuola made in Ramones. A stemperare l’irruenza della Poisoniana “Can’t Get Enough” ci pensa  la ballata “It Can’t Be That Bad” con Muriel di nuovo dietro al microfono ed è un altro centro in chiave ottantiana.  Per il resto si prosegue con delle composizioni di ruggente e festoso glam and roll a stelle e strisce dove spicca la prestazione di Steve Summers, frontman dei Pretty Boy Floyd in “Love Game”, uno dei momenti più convincenti di questo “The Filthy 7”. In definitiva questo platter è un  vero e proprio concentrato di energia che ci fa apprezzare ancora di più gruppi come questi che non vogliono affatto seguire i trend e le mode di mercato volendo rimanere squisitamente retrò e anacronistici sfornando allo stesso tempo prodotti validi e godibili.

Voto recensore
8
Etichetta: RSR Music

Anno: 2017

Tracklist: 01. How The Story Goes 02. Get Out Of My Dreams, Get Into My Car 03. I Don’t Wanna Know 04. Can’t Get Enough 05. It Can’t Be That Bad 06. Serial Cheater 07. WTF R U 08. Love Game 09. Getaway 10. Wild In The Night 11. Change Your World
Sito Web: www.shamelessrock.com

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login