Monocromo – Recensione: Semplice

Crossover incazzato e cantato in italiano…questa la “semplice” ma efficace ricetta che ci presentano i MonoCromo! “Semplice” (appunto) è un altro cd ottimamente realizzato nello studio Elnor di Magnago (MI) sotto la supervisione di Mattia Stancioiu dei Labyrinth; avevamo infatti già parlato bene dell’esordio dei pavesi B.O.S.O.M.U. ed ecco che fa il suo ritorno sugli scaffali proprio il cantante Diego De Marinis in seno a quest’altra formazione decisamente più spostata su sonorità alla Linea 77 e Rage Against The Machine.

Diciamo che il genere proposto non rientra normalmente tra gli ascolti di chi scrive ma è innegabile come questo lavoro sia curato sotto ogni punto di vista (“Voglio Andare In Exstasy”); bella anche la pseudo cover di “Immigrant Song” dei Led Zeppelin qui riproposta a titolo “Contro Ogni Pregiudizio”. Composto da ben 16 tracce non possiamo non valutare in maniera positiva questo dischetto nel complimentarci di pari passo con questi giovani musicisti lombardi e mettendo in allerta soprattutto i fruitori di Metallus abituati alle sonorità più alternative dei gruppi citati più in alto.

Voto recensore
6
Etichetta: Elnor Studio Recordings

Anno: 2010

Tracklist: 01. Virus
02. Semplice
03. Oltre Il Limite
04. Contro Ogni Pregiudizio
05. Lontano Da Qui
06. La Soluzione
07. Shatavaffà Bukkì
08. Voglio Andare In Exstasy
09. In “Trash” Mission
10. Vita Da Bobaz
11. Terra Arida
12. Chù-Chà Manùber
13. Io Sparo A Zero
14. Inevitabile
15. Luce Svegliati
16. Sogni E Potere

Sito Web: http://www.myspace.com/monocromo69

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login