Sempiternal

Voto
recensore

8.5

Voto
utenti

-

Sempiternal

Bring Me The Horizon

Track Listing

01. Can You Feel My Heart
02. The House Of Wolves
03. Empire (Let Them Sing)
04. Sleepwalking
05. Shadow Moses
06. Go To Hell, For Heavens Sake
07. Seen It All Before
08. And The Snakes Start To Sing
09. Anti-vist
10. Crooked Young
11. Hospital For Souls

Vota questo album:

“Sempiternal” è un album che dividerà i fans dei Bring Me The Horizon, essendo arricchito oltremodo da tastiere mai come in questo caso onnipresenti e determinanti, edulcorato da melodie di facile assimilazione ed un riffing tanto essenziale quanto incisivo, un risultato che sa di prodotto precostituito e ruffiano per alcuni, oceano infinito di atmosfere ovattate e sognanti per altri.

Ascoltando il debutto “Count Your Blessings” e successivamente l’odierno “Sempiternal” sembra di trovarsi dinanzi a due band totalmente diverse, ma ad una più attenta analisi negli album “di mezzo” si scorge un progressivo sviluppo del sound dei Nostri, in cui la componente elettro-melodica ha finito per avere la meglio su quella pestata ed integralista; trattasi dunque di una naturale evoluzione della band, che ha subito una svolta decisiva a Gennaio del 2013 quando entra in pianta stabile nella formazione il tastierista Jordan Fish, già utilizzato come session man per le registrazioni del nuovo album, mentre il chitarrista Jona Weinhofen (ex Bleeding Through ed attuale I Killed The Prom Queen) abbandona i colleghi per dissidi interni.

L’assenza di Jona si evince dalla semplificazione del songwriting, progressioni di accordi nervose e veloci lasciano il posto a successioni ben più distese e dilatate, tappeto perfetto per tele melodiche sintetiche ad opera delle già citate keyboards, un filo conduttore che si dipana per tutta la durata dell’album, regalando all’ascoltatore delle gemme di rara bellezza.

L’uscita ufficiale del full length è stata preceduta dalla diffusione della traccia “Shadow Moses”, prima in radio e poi in video, successivamente è stata la volta di “Sleepwalking”, due delle migliori tracce dell’intera tracklist: la prima inizia in sordina con un coro melodico ed accattivante, per poi salire di tono ed intensità con un riff granitico; la seconda è invece una traccia molto introspettiva, dai toni grigi, sofferti, intensi e catartici. Queste due uscite sono state sufficienti a far parlare, nel bene nel male, di “Sempiternal”, perché la svolta stilistica è evidente ed innegabile; ascoltando il resto ci si accorge che il mood rimane invariato, sebbene vi siano degli episodi che strizzano l’occhio al passato, come nel caso di “The House Of Wolves” “Empire (Let Them Sing)” ed “Anti-Vist”. L’opener “ Can You Feel My Heart”, le già citate “Sleepwalking” e “Shadow Moses”, “Go To Hell, For Heaven Sake” sono sicuramente i brani meglio riusciti, forti di arrangiamenti ben curati, melodie angoscianti e cori ai quali è impossibile resistere.

“Sempiternal” è un album completo, con tutti gli elementi al posto giusto, con la perfetta dose di aggressività ben bilanciata ad atmosfere più ragionate, lavoro superbo per una band che ha da sempre lasciato il segno nel panorama Metalcore mondiale.

Altro...

Lascia un commento

Login with Facebook:
Login