Soundgarden – Recensione: Screaming Life / Fopp (Remastered)

Il primo amore – anche quello musicale – non si scorda mai, e così al sottoscritto fa un certo effetto riascoltare i primi due EP dei Soundgarden (usciti rispettivamente nel 1987 e nel 1988, ma pubblicati assieme già nel 1990), per l’occasione rimasterizzati da Jack Endino, produttore delle sessioni di “Screaming Life”, e in grado di rivelare pur fra qualche asperità la grandezza di una band che nei primi anni Novanta ha avuto davvero pochi rivali in campo hard rock. E non chiamatelo grunge, per carità, perché i richiami sono ben altri.

Le fughe chitarristiche che esplodono a più riprese in “Entering” e le evoluzioni vocali Plant-style di Cornell in “Fopp” (cover di un pezzo degli Ohio Players) sono solo due esempi delle radici musicali della band, erroneamente classificata nel calderone di tutto ciò, pur eccellente, che in quegli anni arrivava dalla fertilissima Seattle. La forza primordiale di “Hunted Down” e la furia cieca di “Tears To Forget” sono il lato rabbioso di una medaglia in cui la sperimentazione doomeggiante e cupa riverbera in “Nothing To Say”, pezzo precursore delle atmosfere degli album a venire. La cavalcata in odore di folk che apre “Little Joe” è un’altra faccia di un caleidoscopio sonoro che troverà compimento in “Superunknown”. Funziona pure l’acerba “Sub Pop Rock City”, qui inserita e tratta, in realtà, dalla raccolta Sub Pop 200. Interessante il mix di “Fopp”, come pure “Kingdom Come” e “Swallow My Pride” che (originariamente incisa dai Green River) sono la fotografia di un tumulto che esploderà di lì a qualche anno.

Un’ottima occasione di ri-scoperta dei primi passi di una band che ha fatto storia.

Voto recensore
n.d.
Etichetta: Sub Pop / Audioglobe

Anno: 2013

Tracklist:

01. Hunted Down
02. Entering
03. Tears to Forget
04. Nothing to Say
05. Little Joe
06. Hand of God
07. Sub Pop Rock City
08. Fopp
09. Fopp (Fucked Up Heavy Dub Mix)
10. Kingdom of Come
11. Swallow My Pride


Sito Web: http://soundgardenworld.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login