Savage Messiah – Recensione: Demons

Li tenevo sott’occhio da diverso tempo, li ho sentiti crescere con tempo e pazienza e con “Demons” i Savage Messiah i britannici tagliano traguardo del quinto disco.

I 4 guidati dal cantante e chitarrista Dave Silver cercando di vincere la battaglia dell’irruenza a servizio della melodia, costruendo una manciata di canzoni piuttosto convincenti tra thrash e pulsioni più classicamente heavy.

Bene “Vitue Signal”, che unisce in maniera convincente il “meglio dei due mondi” (quasi cit.) lasciando invariato un certo impatto thrash e la vocazione melodica di Silver. Ma a rendere davvero particolare questo disco è un “mood” decisamente oscuro: esempio perfetto la costruzione melodica di “What Dreams May Come”, con l’esplosione di un chorus decisamente intenso (nonostante la sua semplicità).

Qualche dubbio lo lascia “Parachute”, piglio melodico e ricerca del “ritornellone” a tutti i costi ma senza riuscirici. Fare da “nero” al “bianco” la frustata “Heretic In The Modern World” che piace per i riff e la costante tensione melodica. Piacevole – e prevedibile dalla prima all’ultima nota – “The Bitter Truth”, scelta anche come video dai nostri.

“Under No Illusions” è praticamente un bignami della storia del thrash Usa, ma questo solo ad un orecchio distratto perché la canzone si evolve in maniera sorprendente prendendo la strada di un ritornello da applausi. Il difetto che però il disco non riesce a nascondere è una certa prevedibilità di fondo, anche se di livello più che soddisfacente. Una canzone come la ballad  “The Lights Are Going Out” infatti non decolla e mostra la corda in più di una scelta compositiva.

Pur nelle qualità delle composizioni infatti il disco non decolla mai completamente nonostante molti buoni momenti. Un probabile disco di transizione anche considerando il doppio cambio di line-up (via Sam S Junior alla chitarra e Andrea Gorio dietro le pelli) praticamente ad un passo dal traguardo chiamato “Demons”.

Non resta che attendere il prossimo passo degli inglesi, sperando nel salto definitivo e nella via da prendere senza rimanere con il piede in due scarpe….

Voto recensore
6,5
Etichetta: Century Media

Anno: 2019

Tracklist: 01. Virtue Signal (04:09) 02. What Dreams May Come (03:59) 03. Heretic In The Modern World (04:09) 04. Parachute (04:01) 05. Under No Illusion (04:10) 06. Down And Out (03:59) 07. The Lights Are Going Out (05:12) 08. The Bitter Truth (04:03) 09. Until The Shadows Fall (04:07) 10. Rise Then Fall (03:11) 11. Steal The Faith in Me (03:55)
Sito Web: https://www.facebook.com/SavageMessiah/

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login