Neronoia – Recensione: Sapore Di Luce E Di Pietra

A cinque anni da “Il Rumore Delle Cose”, tornano sul mercato discografico i Neronoia, interessante progetto  nato dalla collaborazione tra i Canaan (autori lo scorso anno del magnifico “Of Prisoners, Wandering Souls And Cruel Fears”) e Gianni Pedretti dei Colloquio. Difficile catalogare i Neronoia da un punto di vista musicale, è d’uopo utilizzare etichette come ambient e noise, ma la loro essenza non si limita a questo. Dobbiamo infatti parlare di poesia e di avanguardia, poiché i singoli brani sono canzoni e soprattutto narrazioni che seguono un intreccio poetico. Nulla è di facile comprensione. Il mood è onirico e affannoso, la voce recita imperturbabile ed ermetica delle nenie plumbee e tristi. Nulla è positività in Neronoia, i brani sembrano essere fredde analisi di tormenti interiori, tutto vuole rimanere algido, distante eppure intimo. La musica poggia su movimenti elettronici ora minimali e ora sferzanti, spesso diluiti in passaggi liquidi e sofisticati. L’ascolto scorre come un soldato che marcia dopo aver annullato la propria memoria: quadrato, rigoroso, marziale. Non cercate risposte nei Neronoia, non le trovereste. Limitatevi ad assorbire questo percorso difficoltoso e senza sbocchi, consapevoli del rischio che potrebbe essere questa strada senza uscita ad assorbire voi. Una cappa possente di nubi nere in cui non filtra nemmeno un raggio di sole.

Voto recensore
7
Etichetta: Eibon / Audioglobe

Anno: 2013

Tracklist:

01.   XXI

02.  XXII

03.  XXIII

04.  XXIV

05.  XXV

06.  XXVI

07.  XXVII

08.  XXVIII

09.  XXIX

10.  XXX


Sito Web: http://www.neronoia.tk/

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login