In Extremo – Recensione: Sangerkrieg

Le hanno provate un po’ tutte gli In Extremo. Dagli esordi a base di musica popolare, al ruvido folk/metal del periodo mediano con l’ottimo “Weckt Die Toten!” a rappresentarli, la band teutonica si è negli ultimi tempi rivolta a un immaginario cyber punk da medioevo futuristico, affiancando alle cornamuse i synth e i loop elettronici. I magnifici “Sunder Ohne Zugel” e “7” ne sono le principali testimonianze, due gioielli in cui il passato e il futuro si fondono in perfetta armonia.

Ed eccoci dunque a “Sangerkrieg”, un disco abbastanza strano per dirla tutta (vogliamo dire “di passaggio”?) in cui i sette bardi compiono un dietro-front stilistico e smettono le suggestioni moderne degli ultimi tempi. Si torna dunque al robusto metallo folkettaro dei tempi che furono, con le cornamuse e i solidi riffoni di Der Lange in primo piano, talvolta con la preponderanza delle prime sui secondi. Il risultato è buono nel complesso, ma non sempre l’obiettivo viene centrato. Ci sono ottimi brani come la trascinante opener “7 Koche” o la titletrack, che recupera addirittura un gusto associabile all’hard rock, ma accanto ad alcune ottime canzoni ne compaiono altre che sanno tanto di riempitivo, finendo per risultare inutili e tediose. Parliamo di “En Esta Noche”, noiosa semi-ballad in lingua spagnola completamente rovinata dal timbro di Michael Rhein (non che il nostro sia normalmente un usignolo, ma qui sembra che faccia apposta ad essere insopportabile) o ancora “Requiem”, quasi totalmente strumentale e poco coinvolgente.

Un disco con alti e bassi che non riesce a farsi apprezzare nella sua totalità. I fan della band non se ne dispiaceranno, ma non ci sentiamo di promuoverlo fino in fondo. Che le cornamuse si siano un pizzico spuntate?

Voto recensore
6
Etichetta: Island Records

Anno: 2008

Tracklist: 01.7 Koche
02.Sangerkrieg
03.Neues Gluck
04.En Esta Noche
05.Mein Sehnen
06.Flaschenpost
07.Requiem
08.Frei Zu Sein
09.Zauberspruch
10.In Diesem Licht
11.Tanz Mit Mir
12.An End Has A Start (Editors Cover)
13.Mein Liebster Feind
14.Aufs Leben

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login