Darkened Nocturn Slaughtercult – Recensione: Saldorian Spell

Tra un album dei Darkthrone e uno dei Carpathian Forest (che peraltro non si fanno sentire da un po’…) chi può soddisfare la nostra voglia di black metal ignorante? Ovvio, i nostri amici Darkened Nocturn Slaughtercult!

La band tedesca, attiva nel panorama underground dal 1997, giunge con “Saldorian Spell” al suo quarto studio album. Devoti in toto alla causa di un black metal oltranzista e di stampo tradizionale, tra liriche che parlano di satanismo e malvagità assortite, i D.N.S. basano le loro canzoni sulla velocità di esecuzione ed una violenza comunque ragionata, grazie ad un’ottima tecnica esecutiva. I brani vantano un incedere possente ed alcuni risvolti epici: i riff di chitarra sono scarnificanti ma abbastanza vari da non cadere nel pacchiano, mentre la voce di Onielar, al vetriolo, vomita una rabbia demoniaca che poco o nulla ha da invidiare ai blasonati acts sopraccitati.

Di sicuro il four-piece della Vestfalia non inventa nulla, ma svolge il suo mestiere nel migliore dei modi. Chi è in cerca di una release di black metal ruvido e senza tanti compromessi col mainstream, troverà in “Saldorian Spell” pane per i suoi denti.

Voto recensore
6
Etichetta: War Anthem Records

Anno: 2009

Tracklist:

01.Saldorian Spell
02.Beneath The Moon Scars Above
03.Kataklysmic Bretherens
04.The Descent To The Last Circle
05.Glance At The Horizon
06.Dispatching The Curse Of Uncreation
07.Suitor Of Death
08.The Saturnine Chapel


Sito Web: http://www.myspace.com/dnsofficial

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login