Royal Hunt – Recensione: Cargo

Sono passati vent’anni da quando i Royal Hunt, anche allora con DC Cooper alla voce, pubblicarono “Paradox“, ancora oggi uno degli album più amati, più completi e meglio riusciti della band. Per festeggiare l’importante ricorrenza, Andre Andersen e compagni hanno deciso di immortalare ancora una volta i brani di “Paradox” in quella che è senza dubbio una delle modalità migliori per apprezzarlo, vale a dire la sede live.

Già in altre occasioni i Royal Hunt ci hanno dimostrato di trovarsi perfettamente a loro agio dal vivo, godendo al massimo del calore dei fan e riuscendo a riproporre con grande fedeltà i brani dei loro album; tornando ancora una volta agli anni ’90, suggeriamo l’ascolto dell’ottimo doppio album “1996“. “Cargo” è quindi la riproposizione in sede live dei pezzi contenuti in questo storico full length, a cui si aggiungono altri estratti dalla carriera passata dei Royal Hunt, non tutti, tra l’altro, appartenenti al periodo di permanenza di DC Cooper nel gruppo. “The Mission“, ad esempio, con cui si apre l’album, appartiene al periodo con John West alla voce. Solo un brano, poi, è tratto dall’ultima uscita in studio, Devil’s Dozen” (la recensione), ed è “May You Never Walk Alone“. Non c’è moltissimo altro da aggiungere su questa uscita, comunque importante perchè ci mostra l’attualità di un album che ha già diversi anni sulle spalle e la solita classe dei Royal Hunt. La band spende pochissime parole tra un pezzo e l’altro, preferendo lasciar parlare la musica, e non ha interruzioni durante l’esecuzione del “piatto forte”; la qualità della registrazione è decisamente buona e le leggere modifiche nelle linee vocali e nelle parti strumentali non mutano niente nella qualità di tutto l’album. Brani come “Message To God“, “Time Will Tell” o “Silent Scream” hanno ancora un’intensità e una forza enormi e si confermano come uno dei punti più alti della carriera dei Royal Hunt.

Royal Hunt - Cargo

Voto recensore
8
Etichetta: Frontiers Music

Anno: 2016

Tracklist: CD1 01.The Mission 02. Half Past Loneliness 03. The Awakening 04. River Of Pain 05. Tearing Down The World 06. Message To God 07. Long Way Home CD2 01. Time Will Tell 02. Silent Scream 03. It’s Over 04. May You Never (Walk Alone) 05. A Life To Die For

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login