Ross The Boss – Recensione: By Blood Sworn

Dopo una pausa durata ben otto anni (in cui l’axehero è stato impegnato in altri gruppi come gli ottimi Death Dealer) Ross The Boss, leggendario chitarrista dei Manowar, torna al suo gruppo solista con il terzo album e rivoluziona quasi tutto.

Prima di tutto la line-up risulta totalmente rinnovata ed il gruppo tedesco delle prime release viene sostituito con tre statunitensi dalle estrazioni musicali abbastanza varie; parliamo del singer Marc Lopez (Let Us Prey, Hellspeak, ecc.), dell’eclettico bassista Mike LePond (Symphony X, Mike LePond’s Silent Assassins, Affector, ecc.) e del batterista Steve Bolognese (Death Dealer, Witherfall) che a sua volta sostituisce un altro ex Manowar, ossia il tellurico Rhino.

Il risultato di questa rivoluzione è anche una decisiva sterzata nel sound che dal power epico precedente di comunque ottimi album come “New Metal Leader” o “Hailstorm” si evolve in un heavy metal feroce e violento che si imbastardisce alla grande con un hard rock rude e grezzo.

Si passa quindi, in questo “By Blood Sworn”, da pezzi veloci e devastanti come l’opener/title-track (grandissimo Bolognese alla batteria e Lopez alla voce che subito mette in chiaro tutta l’aggressività che può proporre alla causa della band) o la conclusiva “Fistful Of Hate” a rutilanti cavalcate come “Play Among The Godz”, “This Is Vengeance” che pone sugli scudi l’impressionante sessione ritmica della band.

Cavalli da novanta della release sono poi due pezzi eccezionali come “Among The Bones” e “Devil’s Day”, autentici gioielli sfrontati e sbruffoni di rock grezzo e sporco che si miscela ad un metallo primitivo e primordiale, quasi un mix fra Twisted Sister/WASP più feroci e primi Manowar.

Non manca la sorpresa di una struggente ballad intitolata “Faith Of The Fallen” che esalta proprio la chitarra di Ross e l’interpretazione ipnotica e sentita di Marc Lopez.

Il segreto di Ross The Boss è però l’eccellente semplicità di macinare riff coinvolgenti uno dietro l’altro ed in questo senso tutti gli altri pezzi del CD, dall’aggressiva “This Is Vengeance” alla più oscura “Lilith”, rendono l’idea di quanto questo chitarrista possa ancora dare alla scena metal.

La copertina dichiara di proporre un album stracolmo di energia, sfrontatezza e violenza e per una volta non mente grazie anche all’ottimo lavoro del produttore Dean Rispler.

“By Blood Sworn” è promosso a pieni voti e risulta una vera e propria ventata di originalità innervata nel genere più tradizionale.

Voto recensore
8
Etichetta: AFM Records

Anno: 2018

Tracklist: 01. By Blood Sworn 02. Among The Bones 03. This Is Vengeance 04. We Are The Night 05. Faith Of The Fallen 06. Devil’s Day 07. Lilith 08. Play Among The Godz 09. Circle Of Damnation 10. Fistful Of Hate
Sito Web: http://www.ross-the-boss.com/

leonardo.cammi

view all posts

Bibliotecario appassionato a tutto il metal (e molto altro) con particolare attenzione per l’epic, il classic, il power, il folk, l’hard rock, l’AOR il black sinfonico e tutto il christian metal. Formato come storico medievalista adora la saggistica storica, i classici e la letteratura fantasy. In Metallus dal 2001.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login