Ponamero Sundown – Recensione: Rodeo Eléctrica

Chitarre e basso distorti, batteria martellante e voce stonata, gli amplificatori che vibrano nell’aria un’onda elettirca frastornante che investe l’ascoltatore: inerme.
Questo è lo stoner: l’heavy music del nuovo millenio.

Semplici, diretti, assordanti e, soprattutto, efficaci. I Pomero Sundown promuovono un sound desertico, ossessivo e psichedelico, come se suonassero una jam immersi tra le sabbie del deserto texano. Ovviamente sono svedesi ma anche a quelle latitudini non mancano immense distese, di neve sferzate dal freddo polare, ma si sa come i musicisti scandinavi abbiano dimostrato, in svariate occasioni, di aver assimilato tutti gli umori del suono anglosassone.

I Pomero non sono da meno, Black Sabbath, Doors e Kyuss, aggiungiamoci una sana dose di riff mutuati anche dagli MC5 ed il gioco è fatto. Stoner rock suonato con tutti i crismi, il songwriting non si presenta tra i più originali ascoltati ma resta, comunque, un album come “Rodeo Eléctrica” da assapoare. Pesante come un macigno ma per nulla monolitico nel suo incedere, la ritmica spazia attraverso i ritmi più disparati mentre il gruppo dimostra padronanza sugli strumenti ed un spiccato gusto musicale che rende l’ascolto piacevole.

Stuck in rock

Voto recensore
7
Etichetta: Record Heaven/Transubstans Records

Anno: 2011

Tracklist:

01. Evil Wand
02. Highway Messiah
03. Sorrows
04. The Dice
05. 1025
06. Rodeo Eléctrica Part I
07. Shot For Glory
08. Sinners Breed
09. Not The Time
10. The Ghost
11. Goddess Of The Sun
12. Fathomless Nothingness
13. Rodeo Eléctrica Part II


Sito Web: http://www.ponamerosundown.com/

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login