Riot – Recensione: Rock World

Lo spirito di Mark Reale rivive in una nuova speciale raccolta dedicata ai Riot propostaci dalla Metal Blade. “Rock World”, questo il titolo della release, è una compilation di rarità riscoperte e rimasterizzate, risalenti soprattutto al periodo di “Thundersteel” e “The Privilege Of Power” (“Rare & Unreleased 87-95” è infatti il sottotitolo dell’opera). Il disco si muove fra qualche inedito e svariate versioni alternative di famosi brani della band, offrendoci un punto di vista particolare su uno dei periodi d’oro nella carriera del leggendario gruppo americano.

Si parte subito con uno dei pezzi più interessanti del lotto, ovvero “Rockworld Theme”, brillante esempio di hard rock arrembante e scanzonato che costituì il contributo dei Riot alla colonna sonora di “Rockworld”, show televisivo musicale andato in onda alla fine degli anni ‘70, rappresentandone tra l’altro il tema principale: qui possiamo sentire dietro al microfono addirittura il mai troppo compianto Guy Speranza!

Si prosegue dunque con un lungo excursus dedicato alle sessioni pre e post “Thundersteel” e “The Privilege Of Power”. Spiccano in questa selezione due evocative alternate version di “Bloodstreets” e “Maryanne”, una curiosa “idea strumentale” per la prima versione di “Runaway” e tre canzoni poi finite su “Nightbreaker”, qui interpretate da Tony Moore prima dell’arrivo di Mike DiMeo.

A seguire troviamo quindi un altro po’ di inediti: tre tracce demo che avrebbero potuto far parte di “Nightbreaker” (“Sylvia”, “Good Lovin” e “Creep” i loro titoli), nonché una strumentale rimasta senza titolo e mai più sviluppata, proveniente dalle sessioni di “The Brethren of the Long House”. Si chiude infine con altre due chicche per i più curiosi appassionati della band: le versioni di “Medicine Man” e “Magic Maker” cantate dal frontman dei Jag Panzer Harry “The Tyrant” Conklin, quando il gruppo stava cercando un rimpiazzo per Tony Moore e non era ancora approdata a DiMeo.

Come appare evidente da quanto vi abbiamo detto nelle precedenti righe, “Rock World” è essenzialmente un’operazione filologica dedicata ai più affezionati e completisti fan dei Riot. Non possiamo però nascondervi come noi stessi ci siamo divertiti molto e abbiamo ascoltato con grande interesse le rare tracce qui presentate, per cui consigliamo caldamente a tutti gli adepti di Mark Reale quanto meno un passaggio su questa originale compilation.

Etichetta: Metal Blade Records

Anno: 2020

Tracklist: 01. Rockworld Theme 02. Bloodstreets (Alternate Version) 03. Buried Alive (Tell Tale Heart) (Alternate Version) 04. Runaway (Instrumental Early Idea Demo) 05. Killer (Tony Moore Vocals) 06. Maryanne (Rough Mix) 07. Medicine Man (Tony Moore Vocals) 08. Magic Maker (Tony Moore Vocals) 09. Faded Hero (Tony Moore Vocals) 10. Sylvia (Outtake) 11. Good Lovin (Outtake) 12. Creep (Instrumental Outtake) 13. Instrumental 1994 (Brethren Outtake) 14. Medicine Man (Tyrant Sessions) 15. Magic Maker (Tyrant Sessions)
Sito Web: https://www.areyoureadytoriot.com

matteo.roversi

view all posts

Nerd e metallaro, mi piace la buona musica a 360 gradi e sono un giramondo per concerti (ma non solo per questi). Oltre al metal, le mie passioni sono il cinema e la letteratura fantasy e horror, i fumetti e i giochi di ruolo. Lavorerei anche nel marketing… ma questa è un’altra storia!

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login