Rik Emmett & RESolution9 – Recensione: RES9

Mentre ero davvero ben disposto, anzi direi quasi euforico, all’idea di accogliere una nuova produzione targata Rik Emmett visti i bei momenti passati in compagnia dei Triumph (ed in minore misura dei suoi precedenti album solisti) sono adesso estremamente deluso da cosa si è in realtà dimostrato “RES9” album pubblicato come Rik Emmett & RESolution 9.

Il comeback del brizzolato chitarrista dalla voce cristallina era preannunciato come un evento per la comunità melodic rock mondiale, grazie a una serie di comunicati mirati a far crescere il desiderio di ascoltare quanto il canadese avesse composto, soprattutto perché accompagnato da una serie di guest di prim’ordine ma, già dal non entusiasmante boogie hard rock di “Stand Still”, capiamo che forse si è definitivamente dileguata quella patina che ricopriva le produzioni hard rock del periodo d’oro.

“Human Race” chiaramente si segnala per la presenza dell’icona Alex Lifeson dei Rush ma in generale è un pezzo di AOR muscolare, senza dubbio il più convincente del lotto; “I Sing” è una tipica ballad che Emmet rende in maniera professionale insieme a James LaBrie dei Dream Theater (il cantante dei newyorkesi invece è un po’ al limite su “End Of The Line”).

Spiace ribadirlo ma i pezzi sono discreti e nulla più mentre da un musicista di tale portata ed esperienza ci saremmo aspettati ben altro spessore melodico ed esecutivo; non male in questo senso “Rest Of My Life” mentre la chiusura con “Grand Parade” si fa segnalare solo perché che vede i Triumph in formazione originale (quindi con Mike Levine e Gil Moore) riformarsi per la prima volta dai tempi di “Surveillance” (1987).

resolution-9-rik-emmet

Voto recensore
5,5
Etichetta: Mascot Label Group

Anno: 2016

Tracklist: 01. Stand Still 02. Human Race 03. I Sing 04. My Cathedral 05. The Ghost Of Shadow Town 06. When You Were My Baby 07. Sweeth Tooth 08. Heads Up 09. Rest Of My Life 10. End Of The Line 11. Grand Parade
Sito Web: http://www.rikemmett.com/

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. alessio

    io l’ho ascolato parecchie volte e me ne sto innamorando, è un bel disco questo a volte anche molto intimo e trovo bellisssime le due canzoni con Lifeson e con i due restanti Triumph!!

    Reply
  2. alessio

    dimenticavo voto 8

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login