Ricky Warwick – Recensione: When Patsy Cline Was Crazy (And Guy Mitchell Sang The Blues)

Un album di certo non innovativo, pieno di ritornelli e melodie accattivanti, che rimanda con chiarezza alla storia del suo autore. Si potrebbe sintetizzare in questo modo il primo dei due album che usciranno questo mese per mano di Ricky Warwick, chitarrista dei Black Star Riders, musicista dal passato ragguardevole e attualmente pieno di idee, dato che “When Patsy Cline…” è il primo di due album che usciranno in contemporanea(il secondo sarà invece dedicato principalmente a sonorità in acustico).

Decisamente orientato verso sonorità elettriche, il lavoro è influenzato in gran parte dal rock classico da cui Warwick si è lasciato assorbire fin dalla giovinezza; sono naturalmente molti i rimandi a band come i Thin Lizzy, ma non mancano anche rimandi ad altri generi, come certi influssi del folk irlandese che si percepiscono in “That’s Where The Story Ends“. Un’altra caratteristica dell’album è la presenza di un gran numero di ritornelli orecchiabili, di facile presa, per brani quasi sempre stabilizzati su una buona velocità di marcia, che non fanno mai in tempo ad annoiare anche se stabilizzati più o meno sulla stessa lunghezza d’onda. Divertimento e leggerezza, insomma, sono le due chiavi di lettura con cui capire al meglio questo lavoro, che si arricchisce anche grazie alla presenza di due partecipazioni importanti come quella di Andy Cairns dei Therapy? (con cui Warwick ha scritto la frizzante “Celebrating Sinking“) e ancora più di Ginger Wildheart (che collabora invece in “Johnny Ringo’s Last Ride“). Non resta quindi che sciogliere i propri freni inibitori e scatenarsi al suono delle divertenti melodie che Ricky Warwick, forte della sua lunga esperienza e della sua voce accattivante, ha saputo realizzare e libera di fronte all’ascoltatore con grande naturalezza.

rickywarwickpatsycd

Voto recensore
7
Etichetta: Nuclear Blast

Anno: 2016

Tracklist: 01. The Road To Damascus Street

02. Celebrating Sinking

03. When Patsy Cline Was Crazy (And Guy Mitchell Sang The Blues)

04. Toffee Town

05. That’s Where The Story Ends

06. Johnny Ringo’s Last Ride

07. Gold Along The Cariboo

08. The Son Of The Wind

09. If Your Not Gonna Leave Me (I’ll Find Someone Who Will)

10. Yesteryear

Bonus track:

11. Ghost Town Road

12. The Whiskey Song

13. Tank McCullough Saturdays (Alternative Version)
Sito Web: https://www.facebook.com/ricky.warwick?fref=ts

anna.minguzzi

view all posts

Va molto fiera del fatto di essere mancina e di essere nata a San Giovanni in Persiceto, paese della provincia bolognese. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi più smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va a teatro, canta in due cori, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Ci tiene a ribadire che adora i Dream Theater, che ha visto dal vivo almeno venti volte, e se non assiste ad almeno un concerto ogni settimana va in crisi di astinenza.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login