Revocation – Recensione: Revocation

Anticipati dal tracotante claim commerciale che recita: one of the most exciting modern metal bands on the planet, i bostoniani Revocation ritornano col loro quarto, omonimo album, riproponendo la convenzionale ricetta a base di thrash/death metal non troppo estremo, non troppo tecnico. Evidenti velleità da band per tutte le stagioni emergono anche nella nuova opera del quartetto americano, sempre teso e concentrato alla scalata dell’olimpo metallico estremo.

Il furbo impasto sonoro predisposto dal gruppo, in grado di coprire un’ampia fetta di influenze, dal classicismo slayeriano all’immediatezza dei Pantera, passando per i più attuali Necrophagist e Obscura, è la proverbiale arma a doppio taglio, perché se è vero che da un lato permette ai Revocation una grande varietà, in quanto ad atmosfere e potenzialità espressive, d’altro canto rischia seriamente di strafare e apparire parodia di se stessa, nel suo rincorrere contemporaneamente il primato verso troppi traguardi.

Ridondante e derivativo, “Revocation” pare infatti un album basato su un sostanziale eccesso di rilancio, nel quale le capacità di composizione e arrangiamento non hanno tenuto il passo dei notevoli incrementi tecnici e interpretativi (cfr. le derive djent di “Spastic”).

Il risultato è un’accozzaglia di buone intuizioni (“Archfiend”), validi momenti e apprezzabile feeling (“Fracked”), ma manca della necessaria unità di fondo, di senso di sviluppo e progressione, senza i quali l’impressione complessiva è quella di una band che gira a vuoto su se stessa, anche se molto bene.

Rispetto al precedente “Chaos Of Forms” non si intravede l’opportuno salto di qualità artistico, e, al contrario, quest’uscita omonima sembra più che altro un lavoro compilativo fatto di giustapposizioni più o meno fortuite. Quasi 50 minuti di mediocre e superfluo modern death/thrash.

Voto recensore
6
Etichetta: Relapse Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. The Hive

02. Scattering The Flock

03. Archfiend

04. Numbing Agents

05. Fracked

06. The Gift You Gave

07. Invidious

08. Spastic

09. Entombed By Wealth

10. A Visitation


Sito Web: http://www.facebook.com/Revocation

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login