Eldritch – Recensione: Reverse

Gli Eldritch hanno cambiato pelle. Di voci riguardanti la nuova fatica della band toscana ne sono girate fin troppe ultimamente: chi sosteneva che si fossero ‘venduti’, chi insinuava che non avrebbero neppure suonato metal, chi si aspettava un disco di nu-metal sulla scia di Korn e compagnia. La realtà invece è un’altra: ‘Reverse’ è un disco pesantissimo, violento, cattivo e spietato. Ed è anche maledettamente riuscito e coraggioso. Sarebbe stato troppo facile saltare sul carrozzone power o, peggio ancora, cercare di scimiottare le band statunitense che tanto successo stanno ottenendo ultimamente. Niente di tutto questo invece, il quintetto ha come al solito deciso di seguire la propria strada: abbandonate le velleità progressive e le sonorità classiche, l’obiettivo è diventato quello di investire in pieno l’ascoltatore, grazie a brani dotati di un impatto micidiale, basati sulle chitarre, senza ovviamente dimenticarsi delle melodie, al solito azzeccatissime. Suoni moderni e taglienti (la title track), inserti elettronici di contorno che rendono più vario ed interessante il lavoro (la devastante ‘Sufference Degree’), riff spaccaossa (‘Slavery On Line’), il tutto elaborato in maniera assolutamente convincente e personale. Un percorso per alcuni versi simile a quello recentemente compiuto dagli Extrema, per cui suonare ‘moderni’ (se ci concedete l’uso di questo temine abusato) non significa necessariamente rinnegare il passato, ma cercare nuove vie espressive rimanendo se stessi. Nessuno può negare che ‘Soul Shrinkage’ sia un brano tipicamente à la Eldritch insomma, senza assomigliare a nessuna delle produzioni precedenti della band. Davvero un ottimo lavoro.

Voto recensore
8
Etichetta: Pick Up / Self

Anno: 2001

Tracklist: Tracklist: E-Nest / Reverse / Slavery On Line / Leftovers And Crumbs / Bitter Sweet Penny / Biotrinity / Sufference Degree / My Sharona / Soul Shrinkage / Leech / Little Irvin

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login