Hammerfall – Recensione: Renegade

Responsabili (per quanto riguarda l’impatto sul pubblico) del rinascimento power negli anni ’90, gli Hammerfall continuano a brillare per la mancanza di spunti che possano giustificare il successo riscosso. Questo in apparenza… In realtà la spiegazione, per quanto poco popolare nelle implicazioni, è semplice: la discografia della band svedese è il Bignami del power, sorta di inoffensivo modellino esplicativo di un genere. Nella musica del combo di Oscar Dronjak tutto è snellito fino alla sua forma essenziale, con riff, ritmi, melodie e assoli a livello di competente testo elementare. Questo può essere considerato sia un merito (in quanto implica una conoscenza completa della materia trattata), che un limite (mancano del tutto intuizioni autonome), ma in ogni caso comporta un’estrema semplicità di approccio da parte dell’ascoltatore. Titoli, copertine, brani e look dei musicisti sono semplici espedienti per far scattare riflessi condizionati e identificazione da parte di chiunque non ami porsi problemi e voglia sentirsi ‘metal’ fischiettando epici motivetti mentre si reca a scuola o al lavoro. Inutile scendere nel dettaglio, a questo punto: il solito disco, le solite canzoni (forse un po’ meno speed), una produzione più pulita (graffiante quanto una spugna insaponata) grazie al lavoro del vecchio marpione Michael Wagener e tanto “già sentito in abbondanza”. Il voto? Ai Bignami non si dà un voto: li si usa quando si ha poco tempo o voglia di affrontare “la cosa vera”. Speriamo almeno che non si confonda il valore di chi ha scritto i ‘classici’ con quello di chi li ha solo riassunti professionalmente in comodo formato tascabile.

Etichetta: Nuclear Blast / Audioglobe

Anno: 2000

Tracklist: Templars Of Steel / Keep The Flame Burning / Renegade / Living In Victory / Always Will Be / The Way Of The Warrior / Destined For Glory / The Champion / Raise The Hammer (instrumental) / A Legend Reborn

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login