Nightrage – Recensione: Wolf To Man

L’uomo al centro di tutto nel nuovo disco dei Nightrage. “Wof To Man” è il nuovo capitolo (l’ottavo) della band greco/svedese, che segue il precedente “The Venomous” uscito nel 2017. Guidati saldamente dal chitarrista Marios Iliopoulos i nostri seguono un solco di “sicurezza” compositiva, non spostando il tiro della loro creatività (death) metal (melodico).

Dopo una breve intro ecco che i nostri iniziano a fare decisamente sul serio, pestando decisamente con “Disconnecting The Dots” e “God Forbid” , dure e decise nelle trame musicali, con la prima a regalare qualche spunto in più dal punto di vista compositivo con un buonissimo lavoro di chitarre (ora taglienti ed estremamente aggressive e poi melodiche)

Tra le migliori dell’album “The Damned” con un groove solido fatto di riff totalmente “made in Sweden”, che si incastrano a perfezione con il ritornello melodico e impattante. Altrettanto positiva “By Darkness Drawn”, altro biglietto da visita video dei nostri, con chitarre di chiara matrice In Flames (“Whoracle” e “Clayman”) dove melodia e cura per la parte aggressiva si legano a perfezione.

Notevole la doppietta “Arm Aim Kill” e “Gemini”, con l’ottimo lavoro di Marios e Magnus alle chitarre. Bene il nuovo arrivato Dino George Stamoglou (così come è positiva la prova del neo bassista Francisco Escalona) alla batteria, ottimo innesto che picchia con decisione seguendo le trame delle chitarre.

Tutto l’album è decisamente su livelli medio-alti, dove la carenza di innovazione (i canoni del genere diciamo che costringono una certa “staticità”, ma poco ci importa) viene tranquillamente cancellata dalla capacità di costruire canzoni “che funzionano”.

Si arriva alla fine (quasi) con la title track, incisiva e tagliente come genere impone. Davvero interessante la costruzione bridge – chorus, dove la probabile esplosione del ritornello si trasforma in parte carica di groove e pathos.

Un album di death metal melodico di buon livello, per una band che ha fatto della concretezza e della consapevolezza dei propri mezzi cardini su cui imperniare carriera solida. I Nightrage non inventano niente di nuovo, non costruiscono qualcosa di realmente innovativo, ma probabilmente la cosa più difficile possibile, riescono a rinnovare l’impatto di un genere senza far pesare il peso delle influenze dei maestri del genere.

Forse manca il colpo di rasoio definitivo, il colpo da k.o. per mettere a tacere scettici e non avvezzi al genere, ma “Wolf To Man” è un album di death metal melodico come non ne sentivo da tempo. Per fan, ma non solo per loro.

Voto recensore
7
Etichetta: Desportz Records

Anno: 2019

Tracklist: 1. Lytrosis 2. Disconnecting The Dots 3. God Forbid 4. The Damned 5. By Darkness Drawn 6. Embrace The Nightrage 7. Arm Aim Kill 8. Gemini 9. Desensitized 10. Escape Route Insertion 11. Wolf To Man 12. Starless Night
Sito Web: https://www.facebook.com/nightrage/

Saverio Spadavecchia

view all posts

Capellone pentito (dicono tutti così) e giornalista in perenne bilico tra bilanci dissestati, musicisti megalomani e ruck da pulire con una certa urgenza. Nei ritagli di tempo “untore” black-metal @ Radio Sverso. Fanatico del 3-4-3 e vincitore di 27 Champions League con la Maceratese, Dovahkiin certificato e temibile pirata insieme a Guybrush Threepwood. Lode e gloria all’Ipnorospo.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login